Salute

Mobilità urbana, Petrantoni: “Solo un grande bluff di Ruvolo”

Redazione

Mobilità urbana, Petrantoni: “Solo un grande bluff di Ruvolo”

Gio, 06/08/2015 - 09:56

Condividi su:

PetrantoniCALTANISSETTA – Carissimi cittadini nisseni, noto che il tema della ZTL in Corso Vittorio Emanuele è tornato in modo prorompente , si discute, si scrive , si ragiona.
Il sottoscritto che oltre ad essere Consigliere Comunale di Caltanissetta Protagonista che si proponeva di amministrare la città non solo a parole ma supportato da competenze ed idee, di lavoro fa l’insegnante e l’istruttore di guida come moltissimi sanno.
In tema di viabilità , senza falsa superbia, mi reputo sufficientemente preparato e pronto a fornire consigli a chi vuole ascoltarli.
Ecco il punto è proprio questo.
In data 20 .04.2015 è stato celebrato un Consiglio Comunale sul tema viabilità in centro storico, Area Pedonale e Zona a traffico limitato e di corbellerie ne ho sentite tante, tantissime.
Nel corso del mio intervento ho provato a spiegare la differenza sostanziale tra Area pedonale e Zona a traffico limitato, devo dire con scarsi risultati viste le schizzofreniche elucubrazioni del nostro Sindaco su questo tema.
Il 27. 04.2015 con un interrogazione al Sindaco e all’assessore Falci chiedevo quindi lumi sugli studi che hanno portato ad una determina di giunta presentata in Consiglio Comunale e dalla allora fedele maggioranza votata positivamente.
Chiedevo riassumendo:
● Quale sia il Piano Generale del Traffico Urbano varato da questa Amministrazione.
● Quale sia il (PUM) Piano Unico di Mobilità della città di Caltanissetta.
● Quando sarà posizionato l’arredo urbano( dissuasori di margine con i marciapiedi) e quando la segnaletica orizzontale e verticale.
● Quali saranno i tempi previsti per il collaudo dei lavori compiuti in Corso Vittorio Emanuele.
● Quando sarà attiva la ZTL e quali saranno gli orari ed i giorni della stessa in Corso Vittorio Emanuele.
● Come si articolerà e quale sarà il nuovo percorso degli autobus urbani vista l’apertura del Corso Vittorio Emanuele.
● Quale sia la volontà in merito la gestione dei parcheggi e la gestione delle strisce blu.
● Se è intendimento di questa amministrazione creare le condizioni per avere un unico soggetto che si occupi gestione dei parcheggi, strisce blu e controllo delle stesse, gestione del servizio urbano degli autobus urbani
ma soprattutto chiedevo di poter avere, contestualmente alla risposta a codesta interrogazione, copia dei verbali delle riunioni tenutesi durante il suddetto tavolo tecnico della viabilità

la risposta che veniva discussa in Question Time il 20 luglio 2015, che ricordo è un documento ufficiale ,pubblico e consegnato ad un Consigliere Comunale, era disarmante non tanto nel contenuto, ma perché nella stessa mattinata di lunedi giorno 20 luglio, il Sindaco sconfessava le risposte datemi dalla Sua amministrazione e dunque da Egli stesso, affermando in conferenza stampa con un gruppo di cittadini denominati “green block” tutt’altro pensiero.
Alteratomi in quella sede,perché profondamente offeso come cittadino ancor più che come Consigliere Comunale, strappavo la nota e accusavo l’Assessore Falci, indifeso e incolpevole dalle fantasie giornaliere del Sindaco Ruvolo, di assoluta mancanza di comunicazione e di regime stalinista da parte del Sindaco nei confronti dei Consiglieri Comunali, del suo assessore alla viabilità e degli stessi cittadini.

Leggo da qualche giorno che la storia si ripete, riunioni di maggioranza che adesso tornano ad avere interlocutori meno accondiscendenti ma soprattutto più coerenti, riunioni di coinvolgimento di consiglieri di opposizione invitati al solito a giochi fatti, comunicati stampa che inseguono le idee cangianti del Sindaco e che sono lo specchio di questa amministrazione allo sbando su tutti i temi, nessuno escluso.
Non credo che ci siano capacità, autorevolezza e idee per lo sviluppo e la gestione della cosa pubblica, in altre parole semplici e dirette: “levateci mano”.
L’improvvisazione caratterizza l’operato di questa amministrazione; hanno bluffato clamorosamente, non c’era un programma e nemmeno una lontana idea, uno studio o almeno una bozza seria fattibile sulla mobilità. E adesso si capisce davvero tutto. I nisseni sono stati truffati e noi, che avevamo studiato i veri problemi per anni, avvalendoci di professionisti, essendo quindi pronti a governare sapendo dove mettere le mani per dare risposte immediate alla cittadinanza, ci ritroviamo, insieme a tutti i cittadini nisseni abbindolati dal linguaggio del Guru, a subire atteggiamenti altalenanti, accompagnati da tracotanza e mistificazione.
Se anche i partiti politici e i media difronte a questi abusi e a questi abusivi cominciassero ad essere attenti e incalzanti, forse potremmo limitare i danni.

Salvatore Petrantoni
Consigliere di Caltanissetta Protagonista

Necrologi di Caltanissetta