Salute

Delia, ‘arriva’ il punteruolo rosso: Comune al lavoro per bloccare la diffusione

Redazione

Delia, ‘arriva’ il punteruolo rosso: Comune al lavoro per bloccare la diffusione

Mar, 26/11/2013 - 19:07

Condividi su:

WP_20131122_030DELIA – Gli uffici del Comune di Delia sono al lavoro per bloccare la diffusione del punteruolo rosso che ha già colpito una pianta. Il coleottero responsabile dell’aggressione ai danni delle palme, che a Delia sono tante, sta provocando una vera e propria emergenza fitosanitaria.

“Le larve del punteruolo rosso – ha spiegato il responsabile dell’ufficio agricoltura, dottor Stanislao Genova – vivono e si sviluppano all’interno delle palme, scavando gallerie e cavità all’interno dei tronchi e dei peduncoli delle foglie. Purtroppo la prevenzione è difficile da effettuarsi perchè i sintomi si manifestano quando ormai l’infestazione ha raggiunto uno stadio avanzato. Anche gli interventi con insetticidi risultano difficoltosi soprattutto in ambiente urbano”. La presenza dell’insetto, che ha fatto scattare l’allarme, è stata segnalata dall’Assessore alla Sanità Carmelo Alessi, che l’ha notata per primo, in una palma nel cortile della scuola primaria in viale Europa. “Dell’infestazione – ha detto l’assessore all’Agricoltura, Antonio Gallo – abbiamo informato l’ufficio provinciale del servizio fitosanitario regionale ed anche il dottor Santoiemma, responsabile dell’unità operativa 79 (condotta di Gela), il quale ha dichiarato la sua pronta disponibilità ad effettuare un sopralluogo a Delia ed a seguire gli uffici comunali competenti in tutte le operazioni ed interventi previsti per contrastare la diffusione del punteruolo rosso. Per quanto ci riguarda – ha infine detto l’assessore Gallo ci stiamo muovendo secondo quanto previsto dalla normativa attuale, preparando il nostro personale tecnico addetto alla manutenzione del verde pubblico e con tutte le misure e le cautele del caso”.

WP_20131122_055Intanto il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, architetto Calogero La Verde, ha dato disposizione, in via preventiva, al personale comunale, di procedere al taglio delle foglie delle palme non ancora infestate per rendere più agevole la somministrazione di fitofarmaci per scongiurare l’infestazione dell’insetto, suggerendo “non solo di attivare le procedure di salvaguardia delle piante ma anche di informare i cittadini circa gli effetti del fenomeno e sui comportamenti corretti da assumere”.

NECROLOGI