Salute

Marianopoli. Abbattuta la barriera architettonica a spese del Comune. Anziano può uscire senza problemi. La soddisfazione del gruppo “Forza Democratica per Marianopoli”

Redazione 1

Marianopoli. Abbattuta la barriera architettonica a spese del Comune. Anziano può uscire senza problemi. La soddisfazione del gruppo “Forza Democratica per Marianopoli”

Sab, 06/08/2022 - 13:46

Condividi su:

MARIANOPOLI. Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del gruppo consiliare “Forza Democratica per Marianopoli” su vicenda relativa ad abbattimento di una barriera architettonica.

“Grande soddisfazione per i consiglieri comunali del gruppo di opposizione “Forza Democratica Marianopoli”, Calogero Casucci, Grazia Noto e Calogero Vaccaro poiché sono prevalse le ragioni da loro sostenute in favore di Salvatore Russello, per aver ottenuto, con la realizzazione da parte del Comune della rampa d’accesso alla sua residenza, l’abbattimento della barriera architettonica che le impediva di uscire di casa con la sedia a rotelle, costringendolo a patire tutti i disaggi che ciò comportava. Russello vittima di una grave patologia che gli impedisce la regolare deambulazione, nei mesi scorsi aveva richiesto ai competenti Organi del Comune di Marianopoli l’abbattimento della suddetta barriera architettonica.

A tale richiesta, callidamente, gli Organi del Comune avevano risposto picche denegando, a Salvatore Russello il diritto sacrosanto e legittimo di poter uscire di casa, con motivazioni, a parere dei consiglieri di opposizione, strumentali e illegittime. Infatti, per come riferito dallo stesso, gli era stato risposto, da parte del Responsabile del Settore Tecnico, che all’abbattimento della barriera architettonica di cui all’oggetto, sebbene trattasi di marciapiede pubblico, doveva provvedere a propria cura e spese e che l’esecuzione delle suddette opere dovevano essere preceduti da richiesta corredata di progetto e del rilascio della relativa autorizzazione.

Inoltre con nota prot. 4280 del 22.06.2022 a firma del Responsabile dei Servizi Sociali Dott. Giovanni Volante e del responsabile del Settore Tecnico Arch. Francesco Montagna, era stato comunicato a Russello che in assenza di specifica previsione di bilancio, il Comune non era nelle condizioni di farsi carico direttamente della realizzazione delle opere di abbattimento delle barriere architettoniche richieste; -che la legge 09.01.1989, n. 13, agli art. 9 e 10 prevede la possibilità di concedere appositi contributi per lo scopo; che alla luce della citata normativa, necessitava che il richiedente del contributo (il Sig. Russello) provvedesse a quantificare la spesa necessaria per la realizzazione delle opere di abbattimento delle barriere architettoniche a cui doveva comunque fare fronte lo stesso, ecc. Salvatore Russello, ritenendo che la norma e la procedura indicata dal Comune non era aderente al suo caso in quanto la competenza e l’onere della spesa, trattandosi di modificare un marciapiede pubblico, era a carico dello stesso Comune, ha richiesto l’aiuto dei consiglieri di opposizione per far valere i suoi diritti.

Alla suddetta richiesta di aiuto di Russello i Consiglieri Comunali Calogero Casucci, Grazia Noto e Calogero Vaccaro si son attivati, prima prendendo contatti con il Dipartimento Regionale della Famiglia per avere chiarimenti sul caso e poi inoltrando al Comune e ad altre Autorità, una dettagliata ed articolata richiesta ed interrogazione sul caso “Russello”. I Consiglieri di opposizione con la loro richiesta ed interrogazione hanno sostenuto: -che le risposte date al riguardo al Sig. Russello Salvatore per le vie brevi e per iscritto non integravano, formalmente e nel merito, una condotta idonea al perseguimento del principio del buon andamento dell’attività e dell’imparzialità della pubblica amministrazione poiché non trovano riscontro in alcun fondamento giuridico a partire dal fatto della “assenza di specifica previsione di bilancio; -che il fatto di voler far gravare, a fronte di illegittime motivazioni, il peso del procedimento e delle spese, su un invalido al 100% di un servizio pubblico, non è legittimo, corretto e regolare in quanto per la modifica di un marciapiede pubblico la competenza e l’onere della spesa è a carico del Comune poiché trattasi, nel caso in specie, di una tipologia di intervento che non riguarda la legge n. 13/1989 che concerne solo quelli per il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

Pertanto è stato richiesto, dai suddetti Consiglieri, agli Organi del Comune contrariamente a quanto già espresso con la nota prot. prot. 4280 del 22.06.202, a firma del Responsabile dei Servizi Sociali Dott. Giovanni Volante e del responsabile del Settore Tecnico Arch. Francesco Montagna, di volere con urgenza e senza ulteriori indugi provvedere, a cura e spese del Comune, al superamento ed all’eliminazione delle barriere architettoniche di cui alla richiesta fatta dal Sig. Russello Salvatore con l’istanza prot. 3793 del 30.05.2022.

La voglia di non arrendersi di Salvatore Russello alle difficoltà postegli, la solidarietà dimostratagli sui social da amici e parenti ed il nostro umile intervento hanno dato i risultati sperati, il Comune ha dovuto abbattere la barriera architettonica in questione. Pertanto, sostengono i consiglieri, “siamo soddisfatti che la nostra azione, tesa a prestare attenzione verso i più deboli e meno fortunati, e per alcuni considerata strumentalmente forte e stucchevole, abbia dato il positivo risultato di mettere in condizioni Salvatore Russello di poter, sebbene sulla sedia a rotelle, uscire di casa come non faceva ormai da tempo a causa della barriera architettonica e di godere così del diritto di libertà e alla dignità che si appartiene ad ogni cittadino”.

Il Gruppo Consiliare Forza Democratica Marianopoli