Salute

Nell’agrigentino, gettata da un’auto in corsa: salvata Hola, la cucciola che doveva morire

tgcom24.mediaset.it

Nell’agrigentino, gettata da un’auto in corsa: salvata Hola, la cucciola che doveva morire

Lun, 19/04/2021 - 18:01

Condividi su:

Nell’agrigentino, gettata da un’auto in corsa: salvata Hola, la cucciola che doveva morire

E’ stata strappata alla madre a poche settimane di vita e gettata da un’auto in corsa in una stradina di campagna a Menfi (Agrigento): era stata, cioè, condannata a morte. Ma a cambiare la sua sorte è arrivato un passante che l’ha portata nell’Oasi Ohana di Santa Margherita di Belice, dove Hola, così è stata ribattezzata la cucciola di cane abbandonata, ha ricominciato a vivere, dopo le prime cure.

Così, a pochi giorni dal salvataggio, da lì giungono buone notizie: “L’abbiamo recuperata denutrita e con ancora gli occhi chiusi (a causa del tremendo impatto con l’asfalto). Non ha più avuto crisi convulsive… speriamo e pensiamo di averle definitivamente archiviate”, è quanto si legge sulla pagina Facebook del rifugio.

La dinamica dell’abbandonoA confermare la dinamica dell’abbandono di Hola è stata una prima visita veterinaria effettuata d’urgenza: il cucciolo, ritrovato immobile in mezzo alla carreggiata, era dolorante, una situazione perfettamente compatibile con un lancio da un’auto in marcia, confermata anche da qualche escoriazione.

Alla cagnolina è stato subito somministrato un antidolorifico per permetterle di ritrovare l’appetito e di essere allattata. Per fortuna non aveva riportato fratture.

“La gente non si macchia solo della vergogna e dell’infamia, morale e penale, di abbandonare a morte sicura un povero cucciolo innocente nato per l’ostinazione di non sterilizzare le femmine – aveva scritto Chiara Calasanzio, fondatrice dell’Oasi Ohana, riportando l’accaduto in un post su Facebook – , ma cerca costantemente di infliggere più dolore possibile prima di dare la morte. Che senso aveva, in una strada di campagna isolata, lanciarlo in corsa?”.

Gli sviluppi della vicenda – “La nostra piccolina mangia e a giudicare da come ha preso peso, da un inizio di dentizione e dalla sua mobilità, pensiamo che possa avere circa tre settimane, a differenza di quello che appariva quando l’abbiamo recuperata, denutrita e ancora con gli occhi chiusi per l’impatto sull’asfalto”, è l’ultimo aggiornamento che arriva dall’Oasi Ohana.

“Dopo l’ok del veterinario – si legge ancora nel post pubblicato sulla pagina Facebook ‘Oasi ohana: i pelosi di Chiara’ – inizieremo la fase di svezzamento con mousse starter e, dopo i vaccini, sarà messa in adozione: le troveremo una super family!”. (Foto tratta da facebook)

Necrologi di Caltanissetta