Salute

Coronavirus. 1600 mascherine gratuite a Delia, il sindaco Bancheri: “Di tutto per tutelare i nostri cittadini”

Redazione

Coronavirus. 1600 mascherine gratuite a Delia, il sindaco Bancheri: “Di tutto per tutelare i nostri cittadini”

Sab, 04/04/2020 - 14:48

Condividi su:

Coronavirus. 1600 mascherine gratuite a Delia, il sindaco Bancheri: “Di tutto per tutelare i nostri cittadini”

Emergenza Covid 19 a Delia. Il sindaco Gianfilippo Bancheri, per contrastare la diffusione del virus, ha diramato un invito rivolto ai cittadini perché indossino le mascherine protettive in tutti i luoghi pubblici, in particolare nei super mercati, nei negozi di ogni tipo e specie, nei posti di lavoro, negli uffici, uffici postali, nelle banche, negli ambienti pubblici e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone.

L’invito del primo cittadino tiene conto delle notizie riguardanti alcuni studi di laboratorio che dimostrano come il virus Covid 19 non passa solamente con le goccioline di saliva ma anche mediante la nebulizzazione causata da un possibile starnuto e che sulla spinta di una potente espirazione il virus può arrivare anche a diversi metri e che il contagio può avvenire anche da parte di soggetti asintomatici ma positivi al virus.

<<Stiamo facendo di tutto – ha detto Gianfilippo Bancheri – per tutelare i nostri cittadini verso i rischi del contagio da Covid 19. Oggi il Comune ha completato la distribuzione gratuita di 1600 mascherine, imbustate una ad una, consegnate al domicilio delle famiglie da me personalmente e dai volontari della Protezione Civile Delia, ai quali va il mio ringraziamento per l’encomiabile lavoro svolto. Le mascherine non sono classificate come ‘dispositivi di protezione individuale’, ma serviranno comunque a ridurre il rischio del contagio se verranno utilizzate in quei pochi casi in cui è previsto uscire di casa>>.

Nel frattempo è partito il Banco Alimentare allestito e gestito dal Comune, al quale il sindaco ha devoluto una parte della sua indennità.

Sono circa 70 le famiglie bisognose alle quali i volontari della Protezione Civile hanno consegnato beni di prima necessità al loro domicilio.

Il sindaco ha infine esortato i cittadini a rimanere in casa e ad osservare tutte le disposizioni normative impartite dalle autorità e di uscire solo nei casi di assoluta necessità.