Nel nisseno, autotrasportatore arrestato: ad un controllo ha fornito le generalità del cognato

0

GELA – Aveva dichiarato di chiamarsi Raffaele A. e, a riprova di ciò, aveva mostrato una patente ed una tessera sanitaria false. I Carabinieri però, insospettiti dai documenti mostrati,  non gli hanno creduto ed hanno voluto approfondire il controllo rinvenendo il vero documento dell’uomo, A.G. cl’ 77, residente in provincia di Napoli. Così nella serata di sabato, in Gela (CL) i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, in orario serale, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un autotrasportatore che era stato fermato a bordo di un autoarticolato Scania completo di rimorchio, durante il suo tragitto per consegnare la merce per conto di una ditta di Boscoreale (NA).

Il soggetto, dopo esser stato fermato ed aver mostrato i documenti falsi, incalzato dalle domande dei militari e trovato in possesso del suo vero documento d’identità occultato addosso, ha ceduto dichiarando spontaneamente le sue vere generalità ed aggiungendo che aveva fatto uso dell’identità del fidanzato della sorella, incensurato, forse per eludere i controlli dai quali sarebbero emersi i suoi numerosi precedenti di polizia.

I militari dell’Arma, preso atto dell’avvenuta contraffazione, hanno perciò  arrestato l’uomo che, dopo esser stato accompagnato in caserma per le formalità di rito, è stato condotto in carcere, in attesa di giudizio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here