Salute

Rassegna stampa. Italia: gli scoppia lo stomaco per un mix di cibo, bevande gassate e bicarbonato

gazzettadellemilia.it

Rassegna stampa. Italia: gli scoppia lo stomaco per un mix di cibo, bevande gassate e bicarbonato

Gio, 12/05/2022 - 10:50

Condividi su:

Un mix “esplosivo” quello che è quasi costato la vita a un 43 enne modenese che ha decisamente esagerato. A pranzo un’abbondante grigliata con gli amici accompagnata da altrettanto abbondante birra. La sera, una pizzata in famiglia. Poi, probabilmente sentendosi un po’ appesantito, l’uomo ha pensato bene di ingurgitare ben due cucchiai di bicarbonato, accompagnato da due bicchieri di acqua gassata, sperando che l’aiutassero a digerire.

Invece, il miscuglio di cibo, gas e bicarbonato gli ha fatto letteralmente scoppiare lo stomaco. Poco dopo, infatti, l’uomo ha cominciato a stare male, non riusciva nemmeno a parlare ed era in preda a dolori lancinanti. Ha quindi deciso di farsi portare al Pronto Soccorso dell’ospedale di Baggiovara, dove è arrivato attorno alle 22,50. Qui ha raccontato quello che aveva mangiato in quella giornata di festa e ha riportato ai medici i sintomi.

Tuttavia, in un primo momento, è stata sospettata una pancreatite acuta e il 43 enne è stato ricoverato nel reparto di Medicina Interna e Gastroenterologica. Qui, però, è stato sottoposto a ulteriori esami che non hanno confermato la prima diagnosi. Solo verso le 5 di mattina una TAC addominale ha rivelato una perforazione gastrica, un evento piuttosto raro, ma non impossibile.

L’uomo è quindi stato portato in sala operatoria ed è stato sottoposto a un difficile intervento durato più di tre ore, durante il quale l’equipe composta dei chirurghi d’urgenza Andrea Lanza e Pasquale Russo, guidati dalla dottoressa Micaela Piccoli e con l’anestesista Enrico Ferri hanno provveduto all’asportazione di quasi tutto lo stomaco e alla pulizia di tutta la cavità addominale, dove si erano riversati i succhi gastrici.

Il 43 enne è stato poi trasferito in Terapia Intensiva, ma le sue condizioni restavano comunque critiche, dal momento che presentava uno stato di shock dovuto a un gravissimo stato settico. Dopo aver ottenuto la stabilizzazione delle due sue condizioni, una settimana dopo, l’uomo è stato sottoposto a un secondo intervento per posizionate una digiunostomia di alimentazione. Attualmente, rimane ricovera in chirurgia d’urgenza e dovrà essere sottoposto a un terzo intervento per la ricostruzione dello stomaco.