Salute

Due faggete gestite dai Carabinieri Forestali nell’elenco del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

Redazione 1

Due faggete gestite dai Carabinieri Forestali nell’elenco del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

Gio, 29/07/2021 - 07:49

Condividi su:

Il Patrimonio Mondiale dell’Umanità si arricchisce di due nuovi siti italiani, entrambi gestiti dai Carabinieri Forestali. Nel corso della 44a sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale Unesco, le faggete di “Valle Infernale” nel Parco nazionale d’Aspromonte e di “Sfilzi” nel Parco nazionale del Gargano sono state iscritte nell’ambito del sito seriale “Ancient and Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe”, venendo riconosciuti i caratteri ecologici peculiari delle due faggete, dove la foresta temperato-decidua incontra quella sempreverde mediterranea in condizioni ambientali molto differenti.

Le due faggete gestite e custodite dai Carabinieri forestali rappresentano un’eccellenza italiana e un modello sinergico di collaborazione tra istituzioni e ricerca scientifica.

Necrologi di Caltanissetta