Salute

Aggredito poliziotto penitenziario. Scaduto (Osapp): “Non più possibile tollerare tali violenze”.

Redazione 1

Aggredito poliziotto penitenziario. Scaduto (Osapp): “Non più possibile tollerare tali violenze”.

Mar, 27/07/2021 - 07:44

Condividi su:

“Ennesima aggressione a Poliziotti Penitenziari presso la casa Circondariale di Caltagirone.” A darne notizia è il Segretario Regionale OSAPP Francesco Scaduto.

“Un detenuto di nazionalità italiana – prosegue il Sindacalista – ha aggredito un poliziotto nell’adempimento del proprio dovere. Sembrerebbe che la causa sia stata un diniego ad una richiesta avanzata dallo stesso detenuto.”

“Non è più possibile tollerare tali offese e violenze. Consapevoli che gestire i penitenziari non è mai stata cosa semplice adesso più che mai si necessita di interventi risolutivi che diano garanzie ai nostri Poliziotti Penitenziari – spiega Scaduto – si lamenta scarsa considerazione per la sede di Caltagirone da parte dell’amministrazione centrale;

di recente assegnazioni di personale, collegata al 178esimo corso, hanno visto giungere presso la sede di Caltagirone soltanto 6 unità, a fronte di una carenza superiore e di un coefficiente di 0.46 (rapporto agenti/detenuti) tra i più bassi della regione rispetto al dato medio regionale di 0.65.”

“Si comunica sin da ora lo stato di agitazione significando di voler pretendere la giusta considerazione per i problemi dell’istituto – conclude il Segretario Regionale OSAPP – e si chiede immediatamente al Provveditore Regionale un incisivo intervento in applicazione alla circolare ministeriale in tema di aggressione al personale.”

Necrologi di Caltanissetta