Salute

Campofranco. Ordinanza per regolamentare la vendita e la somministrazione di bevande. Ecco i divieti.

Redazione 1

Campofranco. Ordinanza per regolamentare la vendita e la somministrazione di bevande. Ecco i divieti.

Ven, 26/06/2020 - 23:35

Condividi su:

Campofranco. Ordinanza per regolamentare la vendita e la somministrazione di bevande. Ecco i divieti.

CAMPOFRANCO. Il Sindaco Rino Pitanza ha inteso regolmentare la materia riguardante la vendita e somministrazione di bevande. Lo ha fatto attraverso un’ordinanza che è già stata inserita nell’albo pretorio on line del Comune. L’intento, in particolare, è di evitare il fenomeno dell’abbandono su suolo pubblico, dopo l’uso, di contenitori di bevande in vetro e lattine che spesso finiscono per essere rotti e lasciati sparsi sul suolo, arrecando danno al decoro urbano e costituendo pericolo per i passanti.

Pertanto, il primo cittadino campofranchese ha disposto che, per il periodo che va dal 27 giugno al 30 agosto, dalle ore 20,00 alle ore 06,00 del giorno successivo ai gestori di esercizi commerciali sarà fatto divieto di vendita o cessione a qualsiasi titolo per asporto, di bevande contenute in bottiglie di vetro e in lattine.

Inoltre è stato disposto il divieto di vendita o cessione a qualsiasi titolo, finalizzato al consumo sul posto, di bevande con l’utilizzo di bottiglie, lattine e di altro materiale comunque contundente intendendo che le bevande alcoliche potranno quindi essere versate in contenitori diversi dal vetro o lattine e comunque in contenitori di materiale non contundente.

E’ vietato a chiunque di detenere e consumare bevande contenute in bottiglie di vetro, in lattine, bicchieri di vetro e di altro materiale comunque contundente. I titolari di esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande di tutte le tipologie hanno l’obbligo di dotarsi dei relativi contenitori per la raccolta differenziata al servizio dei clienti e di rimuovere dopo la chiusura dell’attività, carte, bottiglie, bicchieri e quant’altro contribuisce a rendere indecoroso l’aspetto del locale e delle sue immediate vicinanze.