Salute

Riunione in prefettura. Lavoratori Ipab “la Fenice” e “A. Aldisio”: situazione da ‘sanare’

Redazione

Riunione in prefettura. Lavoratori Ipab “la Fenice” e “A. Aldisio”: situazione da ‘sanare’

Gio, 21/05/2020 - 19:52

Condividi su:

Riunione in prefettura. Lavoratori Ipab “la Fenice” e “A. Aldisio”: situazione da ‘sanare’

Riunione in Prefettura, in video conferenza, presieduta dal Prefetto Dott.ssa Cosima di Stani, alla presenza del Sindaco di Gela, del Commissario Straordinario dell’Ipab “A. Aldisio” di Gela, Dott. Lucisano, dell’Amministratore Unico della “La Fenice” s.r.l., Ing. Mauro Nunzio Renato e i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL, UIL, UGL e USB.

Nel corso dell’incontro, convocato su iniziativa dei sindacati, sono state affrontate le problematiche dei mancati pagamenti delle retribuzioni inerenti ai mesi di marzo, aprile e maggio 2020 sia ai dipendenti dell’Ipab “A. Aldisio” di Gela che ai lavoratori della Società “La Fenice” s.r.l. che operano all’interno della predetta Ipab, nonché del licenziamento di 11 lavoratori da parte della predetta società.

Nel corso della riunione il Commissario Straordinario Dott. Lucisano, per ciò che concerne il mancato pagamento degli emolumenti al personale alle dirette dipendenze dell’IPAB, ha rappresentato il proprio impegno ad ottenere delle somme destinate all’Ente, da parte della Regione Sicilia, con le quali provvedere alla retribuzione, in breve tempo, delle mensilità pregresse ai citati lavoratori.

Per quanto attiene gli 11 dipendenti licenziati dalla Società “La Fenice” è stato concordato, su iniziativa del Prefetto, che al riguardo verrà interessato l’Ufficio del Lavoro al fine di valutare se sussistono i requisiti giuridici affinché i predetti lavoratori possano usufruire degli ammortizzatori sociali.

Il Commissario Straordinario dell’Ipab “A. Aldisio” ha garantito, inoltre, che nel più breve tempo possibile, avvierà una gara per l’esternalizzazione di taluni servizi strumentali alla gestione della struttura, quali, ad esempio, il servizio di lavanderia, ristorazione e pulizie.

Ha assicurato, altresì, che oltre a mantenere in servizio gli attuali 7 dipendenti dell’Ipab, provvederà ad inserire una clausola sociale nel bando di gara per l’esternalizzazione dei servizi strumentali, volta a garantire una prelazione per l’assunzione di lavoratori ex dipendenti dell’Ipab licenziati nel corso del 2019 nonché, a seguire, ulteriori lavoratori che dovessero rendersi necessari da individuarsi tra i lavoratori dipendenti della società “La Fenice”.

In conclusione, i partecipanti alla riunione sono concordi nell’attendere ulteriori sviluppi, soprattutto con riguardo al pagamento delle mensilità arretrate, e di procedere ad una nuova riunione laddove dovessero emergere ulteriori criticità.