Salute

Riesi, VideoSeminario su “Lavoro, Innovazione e Imprenditorialità”

Redazione

Riesi, VideoSeminario su “Lavoro, Innovazione e Imprenditorialità”

Mer, 20/05/2020 - 11:14

Condividi su:

Riesi, VideoSeminario su “Lavoro, Innovazione e Imprenditorialità”

Ben 180 ragazzi di 4° e 5° anno dell’ IISS Carlo Maria Carafa di Mazzarino e Riesi, diretto dalla Dirigente Scolastica Adriana Quattrocchi, hanno partecipato ad un videoseminario formativo su “Lavoro, Innovazione e Imprenditorialità”. È una fase del progetto “Virgilio Lab2110” del Distretto 2110 del Rotary, avviato con la collaborazione dell’Università di Palermo, su iniziativa del Rotary Club Valle del Salso, presidente Luigi Loggia, affiancato dai giovani del Club Interact patrocinato, presidente Carmelo Lo Grasso.

Presenti all’evento anche il Governatore del Distretto 2110 del Rotary International dr. Valerio Cimino e il Past Governatore dr. Giombattista Sallemi che a suo tempo ha lanciato il progetto. Cimino, che ha aperto i lavori, ha dichiarato: “Il Rotary rivolge grande attenzione alle giovani generazioni; questa iniziativa è finalizzata al miglioramento economico e sociale, mettendo in atto azioni di sensibilizzazione all’imprenditoria giovanile, canalizzandole verso soluzioni efficaci.

Relatori d’eccezione sono stati i docenti dell’Università di Palermo-Dip.Ingegneria prof.Livan Fratini, Prorettore alla Ricerca e alla Terza Missione e il prof.Umberto La Commare, Delegato del Rettore al coordinamento di attività per la valorizzazione ed il trasferimento della conoscenza; rispettivamente presidente e componente della commissione distrettuale sul progetto.

I due docenti in una nota congiunta hanno dichiarato: “Servono più imprenditori, giovani con una maggiore propensione al rischio, in un mercato del lavoro sempre più incerto, dove si deve puntare ad evitare la “trappola” del posto fisso. E’ necessaria un’azione di raccordo tra conoscenza e mercato; tra imprenditori e giovani di talento. Studiare fa bene e non solo per il voto, specie se si fa con passione; perché così si può tentare il salto per realizzare i sogni, anche ‘inventandosi’ un lavoro. Il lavoro in primis è un’azione creativa fatta per gli altri. Se lavoriamo bene siamo ricompensati”.

Interessanti le considerazioni esposte dal rag. Francesco Lombardo, che partecipa al progetto con la ‘Lombardo moto srl’, di cui è amministratore insieme al giovane e dinamico fratello Massimiliano. “Oggi conta molto fare impresa per le idee – e ha proseguito– per fare qualsiasi cosa in azienda ci vuole cultura, specie per le introduzioni, nel continuo, di sistemi innovativi”. Ha posto poi l’accento sui requisiti etici di un moderno imprenditore, sulle tematiche ambientali e sulla conoscenza di culture e lingue diverse, accresciuti anche viaggiando. Ha poi attinto alla sua esperienza per rivolgere un invito agli studenti: “Tutte le materie sono importanti, si legano, si intrecciano e quando servono le trovi. La visione futura non va rivolta solo ai guadagni”.

Nel prendere atto dell’estremo interesse dell’iniziativa che ha visto anche la presenza di un folto numero di docenti, la prof.ssa Quattrocchi ha precisato: ”Mettere a contatto giovani con imprenditori del nostro territorio aiuta ad accendere speranze per il futuro e fornisce strumenti di adattabilità alle mutazioni sociali, economiche, tecnologiche e dei mercati con cui si confronta quotidianamente chi fa impresa.

Il presidente del Rotary Valle del Salso, ha infine evidenziato che il progetto si ispira all’appello di San Giovanni Paolo II quando diceva: “E’ urgente …. in una zona come la vostra … promuovere una cultura dell’iniziativa e più specificatamente, una “cultura dell’impresa”. A tal fine bisogna che si riscopra, specialmente tra le nuove generazioni, il gusto della creatività in ogni campo compreso quello economico. Non ci si può aspettare tutto dagli altri e nemmeno pretendere tutto dallo Stato.” (Agrigento, 9 maggio 1993). Sono passati quasi trent’anni, ma pare detto ieri.