Avviso di Vendita – Procedura Esecutiva n. 29/2015 – Tribunale di Caltanissetta

0

TRIBUNALE DI CALTANISSETTA
AVVISO DI VENDITA PROC. ESECUTIVO N.29/2015

L’Avv. Rita Iannello, con studio in Caltanissetta – Via Mons. Guttadauria n.6, indirizzo e-mail: rita.iannello@email.it – indirizzo pec: rita.iannello@avvocaticl.legalmail.it – Tel. 0934-565538, delegata dall’Ill.mo Sig. Giudice dell’esecuzione alle operazioni di vendita dei beni immobili di cui al procedimento esecutivo n.29/2015 rende noto che in data 14 gennaio 2020 alle ore 16.30 presso il proprio studio sito in Caltanissetta Via Mons. Guttadauria n.6 avrà luogo la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili:
LOTTO UNO

“Villa ubicata a Caltanissetta (CL) –Contrada Due Fontane n.108 composta di due piani seminterrati, un piano terra ed un piano primo, con annesso terreno di pertinenza.
Identificato al catasto Fabbricati – Fg.110, Part.219, Ze.2, Categoria A3 al catasto Terreni – Fg.110, Part.157, Qualità Mandorleto”
Prezzo Base: 278.000,00 (offerta minima:€.208.500,00)
LOTTO DUE
“Terreno ubicato in Caltanissetta (CL) – Contrada San Giuliano Appezzamento di terreno.
Superficie catastale are 39.00
Identificato al catasto Terreni – Fg.91, Part.543, Qualità Oliveto”
Prezzo base: €.6.747,00 (offerta minima: €.5.060,25) Gli immobili sono posti in vendita a corpo e non a misura e, pertanto le eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La vendita forzata non è soggetta a norme concernenti la garanzia per vizi o in mancanza di qualità e difformità né potrà essere revocata per alcun motivo.
Qualora l’immobile in sede di aggiudicazione risulterà ancora occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dello stesso sarà effettuata a cura del sottoscritto nella qualità di custode giudiziario. Saranno a carico dell’aggiudicatario le spese per la registrazione e trascrizione del decreto di trasferimento e quelle per la voltura catastale ed ogni onere fiscale derivante dalla vendita, l’Iva se dovuta, i compensi relativi alla registrazione, trascrizione e voltura del decreto di trasferimento e quelle relativi alla cancellazione delle formalità gravanti i beni, tali spese dovranno essere versate in anticipazione unitamente al saldo del prezzo di aggiudicazione nei termini previsti nell’avviso di vendita.
Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente avviso di vendita si applicano le norme vigenti.
L’offerta minima efficace ai sensi degli art.571 c.p.c. non può essere inferiore al 75% del
prezzo a base d’asta ovvero non inferiore ad €.208.500,00 per il LOTTO UNO ed €.5.060,25 per il LOTTO DUE.
A norma dell’art.588 e 589 cpc i creditori possono proporre istanza per l’assegnazione al
prezzo base stabilito per l’esperimento di vendita per cui è presentata.
Le offerte di acquisto potranno essere proposte in via telematica oppure presentate su
supporto analogico cartaceo.
A)Le offerte d’acquisto in bollo possono essere proposte, eccetto dal debitore, personalmente, a mezzo al mandatario munito di procura speciale o nel caso di offerta fatta dal procuratore legale anche da persona da nominare.
B)Le offerte di acquisto presentate su supporto analogico-cartaceo dovranno essere
depositate in duplice busta chiusa, di cui una deve contenere l’offerta, fotocopia del
documento di identità e codice fiscale, l’altra, da inserire nella busta di cui sopra, deve
contenere l’assegno da versarsi a titolo di cauzione, a pena inefficacia entro le ore 12,00 del giorno antecedente la data per l’esame delle offerte, presso lo studio del delegato Avv. Rita Iannello – sito in Caltanissetta Via Mons. Guttadauria n.6.
L’offerente è tenuto a presentarsi il giorno e l’ora stabilito nell’avviso di vendita presso lo
Studio del delegato per l’esame delle offerte.
L’offerta presenta con modalità telematiche devono essere depositate tramite il modulo web “offerta telematica” del Ministero della Giustizia e inviata all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia: offertapvp.dgsia@giustiziacert.it, con la precisazione che: a)l’offerta si intende depositata al momento in cui viene generata la ricevuta completa di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia;b)l’offerente deve procedere al pagamento del bollo dovuto per legge con modalità telematica (segnatamente, tramite bonifico bancario o carta di credito), fermo restando che il mancato versamento del bollo non determina l’inammissibilità dell’offerta (salvo l’avvio delle procedure per il recupero coattivo), la cauzione verrà versata tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato alla procedura: IBAN: IT 96 W 02008 16700 000105443077;
l’offerente avrà cura di effettuare il bonifico in tempo utile per risultare accreditato allo
scadere del termine per la presentazione delle offerte; la copia contabile del versamento
andrà allegata all’offerta. Coloro che hanno presentato l’offerta con modalità telematica
dovranno partecipare alle operazioni di vendita con modalità telematiche collegandosi
all’area riservata del PVGT il giorno e all’ora indicati nell’avviso di vendita.
C)L’offerta dovrà contenere: a) nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale,
residenza o domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto offerente. Ciascun offerente dovrà dichiarare la propria residenza, ovvero eleggere domicilio presso il Comune in cui ha sede l’intestato Tribunale, sotto comminatoria, in mancanza che tutte le comunicazioni saranno eseguite presso al cancelleria del Tribunale. L’offerente o il suo procuratore dovrà presentarsi presso lo studio del professionista delegato nel giorno stabilito per la vendita. Se l’offerente è coniugato dovrà presentare auto-dichiarazione in ordine al regine patrimoniale adottato e se in comunicazione dei beni, dovranno essere dichiarati i dati del coniuge. Se l’offerente è una società o altro ente, dovrà essere allegato idoneo certificato del registro delle imprese da cui risulti l’attuale vigenza della persona fisica con enunciazione della spettanza dei poteri di rappresentanza legale. Se l’offerente è minorenne dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del Giudice Tutelare; b) I dati identificativi del bene per il quale l’offerta viene proposta; c) indicazione del prezzo offerto che non potrà essere inferiore oltre ad un quarto del prezzo base indicato nell’avviso di vendita, a pena l’inefficacia dell’offerta; d) il termine e modo del versamento del prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti, e spese conseguenti alla vendita; e) l’espressa dichiarazione di avere preso visione dei documenti ipocatastali allegati all’istanza di vendita ex art.567 cpc e delle perizia.
D)L’offerta presentata è irrevocabile.
Nessuna somma sarà richiesta in questa fase quale fondo spese.
In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri diritti e spese di vendita nel termine dallo stesso offerente indicato in offerta, ovvero, in mancanza di indicazione entro 120 giorni dall’aggiudicazione a mezzo bonifico sul conto corrente bancario IBAN: : IT 96 W 02008 16700 000105443077;
Ove ricorrano giustificati motivi il Giudice dell’Esecuzione potrà disporre che il versamento del saldo prezzo abbia luogo ratealmente ed entro dodici mesi dall’aggiudicazione.
In caso di inadempimento del pagamento del prezzo, l’aggiudicazione dei beni sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme già versate.
Svolgimento della vendita Il giorno 14 gennaio 2020 alle ore 16.30 , data dell’esame delle offerte, si procederà all’aperture delle buste presentate, ammettendo la presenza di coloro che si dichiarano offerenti per il lotto cui si riferiscono le offerte in esame.
La deliberazione sulle offerte avverrà ai sensi dell’art.572 cpc.
In caso di unica offerta essa è senz’altro accolta qualora superi il prezzo base d’asta, qualora
sia inferiore al prezzo base d’asta ma nei limiti di ammissibilità (75% del prezzo base)
l’offerta è accolta quando non vi sia seria possibilità di conseguire un prezzo più alto con una nuova vendita e non sia stata presentata istanza di assegnazione da parte dei creditori ex art.589 cpc. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta (art.573 cpc). Nel corso della gara, ciascuna offerta in aumento, da effettuarsi nel termine di 3 minuti
dall’offerta precedente, non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base d’asta indicato
ovvero ogni rilancio non può essere inferiore a €. 5.000,00 per il lotto uno; €.500,00 per il lotto due.
Il lotto verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto.
Nel caso in cui non può avere luogo la gara, per mancanza di adesione degli offerenti, il
professionista quando ritiene che non vi sia seria possibilità di conseguire un prezzo
superiore con una nuova vendita e purché non sia stata avanzata istanza di assegnazione al prezzo base d’asta sa parte dei creditori, aggiudicata a favore del miglior offerente oppure in caso di offerte dello stesso valore, dispone la vendita a favore di colui che ha presentato l’offerta per primo. L’aggiudicatario ha la possibilità di chiedere la rateizzazione fino a dodici mesi previa istanza al Giudice dell’Esecuzione.
Ove il versamento del prezzo abbia luogo ratealmente, l’aggiudicatario che ne faccia richiesta potrà essere immesso nel possesso dell’immobile venduto, a condizione che sia presentata una fideiussione autonoma irrevocabile e a prima richiesta per un importo pari ad almeno il 30% del prezzo di vendita. La fideiussione sarà preventivamente sottoposta al vaglio del G.E., il quale valuterà la capacità di garantire l’adempimento integrale e tempestivo della garanzia.
La fideiussione è rilasciata a favore della procedura esecutiva a garanzia del rilascio
dell’immobile entro trenta giorni dall’adozione del provvedimento di cui all’art.587 primo
comma secondo periodo c.p.c. nonché al risarcimento dei danni eventualmente arrecati
all’immobile.
Tutte le attività che a norma dell’art.571 e ss. cpc devono essere compiuti in cancelleria o davanti al Giudice dell’Esecuzione saranno eseguite dal professionista delegato presso il suo studio.
Il presente bando, la consulenza di stima, l’ordinanza di delega e sono visionabili sui siti
internet www.astegiudiziarie.it e pubblicate sul periodico “Quotidiano di Sicilia” e sulla
“Rivista Aste Giudiziarie” almeno quarantacinque giorni prima della data fissata per la vendita.
Si avverte, inoltre, che per ogni ulteriore informazione e al fine di prendere visione della
perizia di stima e dei documenti ipocatastali a corredo della procedura esecutiva in atto, gli interessati potranno rivolgersi presso lo studio del professionista delegato, nonché custode nominato Avv. Rita Iannello – ogni martedì e giovedì dalle ore 16,30 alle ore 18,30 (telef.0934/565538 Cell. 347/1961031
Caltanissetta 19 settembre 2019
Avv. Rita Iannello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here