Dal Comitato “Viabilità negata del Vallone”: interventi per un percorso alternativo

0

MUSSOMELI – E’ questo il comunicato stampa diffuso dal Comitato “Viabilità negata del Vallone” al termine dell’incontro avuto, di questa mattina con il Commissario Straordinario del Libero Consorzio di Caltanissetta dott. Rosalba Panvini, che pubblichiamo integralmente.    “Premesso che il Comitato Viabilità Negata del Vallone, sin dalla costituzione e dalla organizzazione della grande manifestazione del 16 Novembre 2018 che ha registrato la partecipazione massiccia dei cittadini e degli studenti del Vallone, oltre che delle organizzazioni sindacali, del clero, delle confraternite e delle forze produttive, non ha mai interrotto la sua attività, allo scopo di rendere edotta la cittadinanza degli sviluppi che l’iniziativa di lotta ha avuto negli ultimi giorni circa i già noti problemi di viabilità cui è necessario dare una soluzione, si forniscono i seguenti aggiornamenti.    A prescindere dagli innumerevoli contatti telematici e non con i vari rappresentanti politici del territorio e con l’Amministrazione Comunale di Mussomeli e con i Sindaci del Vallone con cui si intende collaborare strettamente sino al raggiungimento dei nostri obiettivi che sono quelli di assicurare una normale viabilità ai cittadini di questo territorio con il prioritario superamento dei problemi legati alla caduta del ponte sulla SP 38, si informa la popolazione circa l’importante incontro che il Comitato ha avuto oggi, alle ore 9.00, con il Commissario Straordinario del Libero Consorzio di Caltanissetta Dott.ssa Rosalba Panvini, che rappresenta per questo il nostro più importante interlocutore.    Alla riunione erano presenti i rappresentanti del Comitato: Francesco Amico, Silvestre Messina, Mario Geraci, il rappresentante delle Confraternite Dott. Totino Saia,  l’Avv. Gioacchino Comparato per il Movimento Consumatori di Caltanissetta, il presidente Michele Giarratana, Arcangelo Rizza ed il Direttore Salvatore Di Giovanni per FEN IMPRESE,  Ferdinando Gallo e Ignazio Giudice in rappresentanza dei sindacati CIGL, CISL, UIL e inoltre il segretario del Libero Consorzio Dott. Eugenio Alessi e alcuni rappresentanti dell’area tecnica.    Nel corso della lunga ed articolata discussione sono emersi i problemi seguenti cui tutti i presenti, a seconda dei ruoli ricoperti, si sono impegnati a trovare le opportune soluzioni:

1) Necessità di utilizzare operai dell’Ispettorato Ripartimentale delle foreste e mezzi ESA – Meccanizzazione Agricola al fine di provvedere alla pulizia della banchine e dei ponti da tutto ciò che li ostruisce e che rende difficoltosa la circolazione dei veicoli e dell’acqua piovana;

2) Tali interventi devono riguardare soprattutto la Mussomeli-Sutera-Campofranco, la Fondovalle Bompensiere-Milena, la Fondovalle Mussomeli-Serradifalco al di qua ed al di la del ponte franato, la Mussomeli-Villalba-Vallelunga e la Mussomeli-Acquaviva;

3) Per tale fine il Libero Consorzio si impegna a fornire i mezzi ed il personale a disposizione compreso il BobCat in dotazione all’unità di Mussomeli che risulta fermo a causa del guasto del mezzo che fino ad ora l’ha trasportato;

4) La costruzione del ponte franato sulla SP 38 non è di immediata soluzione.  Si prospettano, a causa dei vari passaggi burocratici, tempi non proprio brevi per la posa del ponte provvisorio di tipo Bailey (Esercito);

5) In base a queste considerazioni,  il Comitato ha chiesto a viva voce alla Dott.ssa Panvini ed ai rappresentanti dell’area tecnica degli interventi per un percorso alternativo e che è stato individuato in territorio di San Cataldo, e cioè la strada che partendo dal bivio a sinistra, prima del ponte crollato, porta al bivio Roccella. Questo si snoda per circa 11 Km attraverso la SP 243, una strada interpoderale lunga Km 1,8 e la SP 33;

Il Libero Consorzio si impegna a rendere pienamente fruibile, attraverso un intervento con mezzi propri, il tratto di sua competenza, mentre per i circa Km 1.8 di strada interpoderale, che sono i più problematici a causa del pessimo stato del manto e del sottofondo stradale, il Comitato, acquisito il benestare verbale del Sindaco del Comune di San Cataldo ing. Giampiero Modaffari, si impegna a reperire le risorse necessarie per l’opportuno ripristino.    Per realizzare questo intervento si fa appello pertanto ai cittadini e alle imprese di Mussomeli e del Vallone per il reperimento dei necessari materiali e mezzi.    Questo è quello che il Comitato è riuscito ad ottenere ed a fare, in questi pochi giorni di attività, queste le necessarie e contingenti risposte a problemi che avrebbero bisogno di ben altre e qualificate risposte. Le soluzioni su esposte permetterebbero di superare con relativa sicurezza e per i mesi invernali i gravi disagi cui sono sottoposti i cittadini di Mussomeli e del Vallone in attesa della realizzazione dei cospicui interventi finanziati il cui importo è di € 32,5 milioni e relativi al Patto per il SUD.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here