Niscemi, gradita visita del deputato argentino Sergio Tomas Massa: sindaco La Rosa lo omaggia con targa ricordo

0

Foto Sindaco-MassaNISCEMI – Visita in città del deputato al parlamento argentino in carica per la provincia di Buenos Aires Sergio Tomàs Massa, 43 anni, figlio di genitori italiani e di origine niscemese.

Il padre Alfonso Massa, di Niscemi, emigrato in Argentina, insieme alla moglie Lucia Cherti, triestina, hanno accompagnato il figlio, la moglie Malena Galmarina ed i loro due nipotini nel  primo viaggio in Sicilia ed a Niscemi, alla scoperta della propria terra d’origine e di famiglia.

Un viaggio emozionante per il deputato argentino Sergio Tomàs Massa, la moglie, i loro due figli ed i genitori, i quali, trovandosi a Niscemi, Comune dove è nato il padre Alfonso, sono stati calorosamente ricevuti al Palazzo di città accompagnati anche da parenti dal sindaco Francesco La Rosa, dall’assessore Giuseppe Giugno e dal presidente del Lions club e direttore del Museo della civiltà contadina geometra Salvatore Ravalli.

Il sindaco Francesco La Rosa ha accolto con un caloroso benvenuto a Niscemi il deputato argentino di origine niscemese, i suoi familiari e genitori ed ha espresso ringraziamenti per la gradita visita.

Sergio Tomàs Massa si è dichiarato felice di essere a Niscemi, per conoscere la terrà d’origine della sua famiglia e di incontrare il primo cittadino, il quale durante l’incontro lo ha omaggiato con la consegna di una targa ricordo con la scritta “A Sergio Tomàs Massa la città di Niscemi con orgoglio” e di un gagliardetto del Comune (nella foto).

Il geometra Salvatore Ravalli, ha donato al deputato argentino diverse pubblicazioni e dvd riguardanti Niscemi, affinché rientrando in Argentina, possa conoscere meglio Niscemi, i beni culturali, le risorse economiche agricole, artigianali, la storia ed i prodotti tipici locali.

Il sindaco Francesco La Rosa, l’assessore Giuseppe Giugno ed il geometra Totò Ravalli, hanno poi accompagnato Sergio Tomàs Massa ed i suoi familiari in una passeggiata in piazza Vittorio Emanuele, in via IV Novembre e fino al Belvedere.

Il deputato argentino ed i suoi familiari sono rimasti favorevolmente colpiti al Belvedere della suggestiva e straordinaria panoramica paesaggistica della piana, del monte Formaggio e della veduta dei vicini Comuni di Gela, Mazzarino e Butera.

Sergio Tomàs Massa, si è riservato di ritornare a Niscemi affinché possa conoscere meglio il territorio.

Il deputato argentino di origine niscemese, nelle ultime elezioni nazionali, è stato candidato alla presidenza governativa dell’Argentina e solo per pochissimi voti non è stato eletto alla più alta carica dello Stato.

I rapporti di Niscemi con l’Argentina, terrà in cui negli anni 50/60 sono emigrati tantissimi niscemesi, sono sempre intensi.

Il Comune di Niscemi infatti, ha concesso all’artista Estela Raval ed alla figlia Monica Romeno, grande ballerina di tango argentino, la cittadinanza onoraria ed ha inoltre avviato rapporti culturali tramite il connazionale Claudio Ravalli, con il direttore del Museo dell’immigrazione di Buenos Aires architetto Sergio Sampedro, con scambi di documenti, fotografie e dvd.

Materiali che permetteranno prossimamente di allestire una mostra in occasione dell’inaugurazione del Museo civico della città.