Distretto turistico delle miniere, convocata riunione per verifica volontà di adesione

0
Michele Mancuso, presidente del consiglio provinciale di Caltanissetta

CALTANISSETTA – Il presidente del Consiglio provinciale Michele Mancuso ha indetto per il giorno 8 febbraio, alle ore 10,30, una riunione con i soggetti interessati al Distretto turistico delle Miniere, di cui la Provincia Regionale di Caltanissetta è ente capofila. La riunione, che si terrà nell’aula consiliare, fa seguito a quanto stabilito nella conferenza dei capigruppo del 31 gennaio scorso, e soprattutto alla proroga dei termini accordata dalla Regione per la presentazione degli atti costitutivi relativi, appunto, ai nuovi Distretti turistici siciliani. L’argomento era stato invero già inserito all’ordine del giorno delle ultime sessioni consiliari, ma non era stato deliberato per mancanza del numero legale. In quella sede erano state inoltre mosse osservazioni circa il mancato coinvolgimento di alcuni Comuni del territorio nell’istituendo Distretto: la riunione indetta da Mancuso servirà, pertanto, ad un ulteriore e definitivo confronto sulla volontà di adesione dei soggetti pubblici e privati chiamati in causa. Il Distretto turistico delle Miniere, oltre al territorio della Provincia Regionale di Caltanissetta, comprende quelli delle province di Enna ed Agrigento, vale a dire il “triangolo” minerario storico della Sicilia. Alla riunione sono stati invitati i rappresentanti dei Comuni (in ordine alfabetico) di Acquaviva Platani, Agrigento, Aragona, Butera, Caltanissetta, Campofranco, Casteltermini, Cattolica Eraclea, Cianciana, Delia, Marianopoli, Milena, Montallegro, Montedoro, Mussomeli, Pietraperzia, Porto Empedocle, Ravanusa, Realmonte, Riesi, San Cataldo, Serradifalco, Siculiana, Sommatino, Sutera, Villalba e Villarosa. Sono inoltre coinvolti Camere di Commercio, confederazioni dell’industria e del commercio, agriturismo, strutture alberghiere e bed & breakfast e altri soggetti privati.