Crisi Nissa:sconfitta interna, i tifosi contestano e la società in silenzio stampa

    0

    CALTANISSETTA – La Nissa… precipita. Il Cittanova Interpiana espugna il “Marco Tomaselli” per due a uno ed accende la contestazione dei tifosi nisseni (circa centocinquanta i presenti sulle tribune) che a fine gara fischiano e contestano sonoramente, società, squadra e tecnico. Plumbeo il clima nella sala delle interviste; dopo oltre trenta minuti di attesa si è appreso che la Nissa ha deciso di attuare il silenzio stampa. E’ in corso un confronto fra dirigenza, allenatore ed atleti nello spogliatoio dello stadio. Si moltiplicano le voci sul destino del mister Sasà Marra. La società si avvale del silenzio stampa e dunque non risponde. Potrebbero anche essere semplici illazioni ma la coltre di silenzio impenetrabile offre il fianco a molteplici interpretazioni.  I biancoscudati non hanno lesinato impegno, possono vantare l’attenuante della sfortuna (centrati tre legni) ma è evidente che questa compagine è incompleta e leggera.

    La cronaca. La gara si apre con un minuto di silenzio in memoria  di Marco Simoncelli, 24 anni pilota di MotoGP, deceduto sulla pista di Sepang in seguito ad un tragico e sfortunato incidente.  Sugli spalti dello stadio di Caltanissetta, al fianco del dimissionario presidente Umberto Ilardo siede il sindaco, Michele Campisi. Al 6’ D’urso, dalla fascia converge verso il centro dell’area e nonostante due compagni siano posizionati ottimamente, decide di concludere debolmente sul primo palo dove il portiere ribatte agevolmente. Da quel momento, l’unico nemico temibile diventa la noia. Gara lenta, squadre contratte, nisseni animati da buona volontà e null’altro. Gli ospiti si limitano, ostruzionisticamente, a difendere. La fase conclusiva della prima frazione regala qualche emozione. Al 40’ Sassano s’invola sulla corsia di destra ed effettua un invitante traversone radente: l’estremo difensore si esibisce in una plastica presa bassa.  Al 41’ giunge il vantaggio del Cittanova Interpiana: cross di Condomiti, Conversi tenta la deviazione di testa ma sfiora appena il pallone ingannando Marruocco. Quest’ultimo, dopo un minuto si esibisce in una prodigiosa parata sotto l’incrocio dei pali.  Al 45’ D’urso entra in area ed in diagonale centra il palo. Ripresa che regala maggiori spunti degni di cronaca. Rabbeni (in campo da sette minuti) conquista un pallone sul primo palo, si gira rapidamente e colloca la palla in porta: il guardia pali Di Matteo è in netto ritardo. L’attaccante nisseno (sin’ora apparso sottotono) sfoggia un’esultanza polemica e corre sotto la tribuna, portando le mani alle orecchie. Dopo tre giri di lancette, siparietto comico: il portiere calabro Di Matteo, si lascia sfuggire dalle mani il pallone (che gli sfila sotto le gambe) dopo una debole conclusione di D’Urso. La sfera lenta corre verso la porta ma colpisce il palo: in scivolata Bruno tenta la deviazione ma non imprime la giusta potenza alla sfera.  Al 17’ st, Rabbeni si intestardisce nel dribbling sulla zona mediana e perde la sfera: immediato, scatta il letale contropiede degli ospiti. Felipe vola via sull’out di destra e serve Condomiti che, solitario al centro dell’area, firma il nuovo vantaggio calabro. Trascorrono quattro minuti, Sassano da posizione defilata tenta il traversone, colpisce il pallone con l’esterno del piede, traiettoria imprevedibile e pallone che si stampa sulla parte esterna del palo. Il Cittanova si chiude in difesa; tutti i giocatori arretrano dietro la linea della palla e rendono impossibili le manovre offensive dei locali.  Supremazia biancoscudata nel possesso di palla ma poca incisività sotto rete. Al triplice fischio finale esplode la contestazione dei tifosi nisseni. La Nissa è sempre più ultima; classifica deficitaria, squadra contratta e nervosa, tecnico incolpevole che però deve fare i conti con un bottino misero che recita tre punti in otto giornate e società impegnata nel riassetto dell’organigramma e nelle trattative per l’eventuale cessione del titolo. Forse, in un momento così complicato, non è sembrato proficuo per  il massimo sodalizio calcistico della città di Caltanissetta attuare il silenzio stampa.

    Tabellino

    Nissa – Cittanova Interpiana (0-1) 1 – 2

    Marcatori: 40′ Conversi (C),  8′ st Rabbeni (N), 18’ st  Condomitti (C).

    Nissa: Marruocco; Cordova (22′ st Di Marco); Marchese; Guerreri; Noto; Moring; Sassano (25′ st Garrasi); Avola; D’Urso; Bruno; Cocimano (1′ st Rabbeni). In panchina: Vitale; Sparagna; Ventura; Butera. All: Marra

    Cittanova Interpiana: Di Matteo; Felipe; Musumeci (22′ st Todaro); Paonessa; Di Fatta; Audino; Condomitti (43′ st Viscardi); Montesano; Di Piedi; Conversi (37′ st Genovese); Gaudio. In panchina: Starace; Pirrotta; Tiralonga. All: Cirillo

    Arbitro: Abagnara di Nocera Inferiore

    Note: spettatori circa 180. Ammoniti: Guerreri (N), Noto (N), Moring (N), Bruno (N), Di Fatta (C). Angoli 5 a 3 per la Nissa. Recupero 1’ p.t.; 6’ s.t.