Mussomeli, dalla bici alla donazione di sangue. La testimonianza del gruppo Asd Bici

0

MUSSOMELI- Se particolare può essere un sabato Santo, oltre alla intensità del contenuto quaresimale che il giorno porta con sé, speciale lo può rendere anche lo sport. Il messaggio arriva da Mussomeli e con il più ecologico tra i mezzi di locomozione: la bici. Il gruppo sportivo A.S.D. BICI MUSSOMELI stamane si è dato appuntamento davanti il Centro Trasfusionale dell’Ospedale “M.Longo”, per contribuire all’incremento delle donazioni di sangue, attraverso l’apporto offerto da sei tra i molti componenti dell’associazione. Davvero uno straordinario segno di sensibilità è quello offerto dagli amici della bici di Mussomeli che per il secondo anno consecutivo, si sono presentati non solo per donare ma soprattutto per farsi promotori di un messaggio di sensibilizzazione alla donazione di sangue. Ne va fiero dell’operazione, il presidente del gruppo sportivo, Paolino Genco Russo che oggi è tra coloro che si sono sottoposti ad emotrasfusione. Ne è particolarmente entusiasta il presidente del gruppo FRATRES di Mussomeli, Peppuccio Misuraca che, nel ringraziare gli amici ciclisti per il loro gesto di solidarietà, auspica che anche altre associazioni possano condividerne gli obietti contribuendo, con iniziative simili, alla cultura della donazione. Insomma, come orami tradizione vuole, il triduo pasquale a Mussomeli, inizia con il ricordo e la commemorazione del sangue versato da Nostro Signore Gesù cristo per la redenzione dei nostri peccati e si conclude con la donazione dell’omologo preziosissimo liquido ematico, all’insegna del motto coniato dal gruppo FRATRES: Una goccia del mio sangue, per un palpito del tuo cuore. E che Pasqua, di Risurrezione e di fratellanza sia e possa essere.