Salute

Caltanissetta, aggressione al sindaco: lettera di solidarietà della 1° E della scuola media “G. Verga”

Redazione

Caltanissetta, aggressione al sindaco: lettera di solidarietà della 1° E della scuola media “G. Verga”

Lun, 22/11/2021 - 12:25

Condividi su:

CALTANISSETTA – I “tempi” dei bambini non sono mai quelli degli adulti, sono più dilatati, eterei, personalizzati. Gli alunni della 1° E della scuola media “G. Verga” hanno deciso di scrivere una lettera al sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, aggredito il 28 ottobre. I piccoli, scossi dall’accaduto, nella missiva che di seguito pubblichiamo oltre ad esprimere solidarietà, si offrono per “collaborare al meglio con Lei quando si insedierà anche il Consiglio Comunale dei ragazzi”.

Egregio Signor Sindaco,

siamo gli alunni della 1° E della scuola media G. Verga di Caltanissetta.

Dopo avere appreso dell’aggressione alla sua persona avvenuta fuori dal Comune, abbiamo deciso di scriverle per manifestarle la nostra vicinanza e solidarietà.

Noi ci auguriamo che non ci siano più aggressioni in città.

I ragazzi, i bambini, tutti i cittadini non possono uscire con la paura di essere aggrediti, perché sarebbe molto grave. Noi, al giorno d’oggi, sentiamo parlare al telegiornale di episodi terribili quali omicidi, femminicidi e sentiamo di ragazzi coinvolti in risse. Tutto ciò è inaccettabile!

Siamo rimasti senza parole quando abbiamo appreso della grave aggressione, del maggio 1999, all’allora sindaco e medico Michele Abbate da parte di un giovane.

Riteniamo che non sia giusto che un sindaco possa essere aggredito da un cittadino mentre passeggia con i propri familiari. Noi alunni della Verga, in particolare i candidati al Comunale dei ragazzi, esprimiamo solidarietà al primo cittadino di CL.

Le auguriamo di continuare a lavorare con la serenità di prima e speriamo di collaborare al meglio con Lei quando si insedierà anche il Consiglio Comunale dei ragazzi.

Cordiali saluti

Gli alunni della 1°E

Necrologi di Caltanissetta