Salute

Covid, manca una settimana per finire la fase 1 del vaccino, poi toccherà agli over 80

di Paolo Giorgi - Agi

Covid, manca una settimana per finire la fase 1 del vaccino, poi toccherà agli over 80

Immunizzati oltre 1,9 di medici, operatori sanitari e altri soggetti del target previsto di 2 milioni. Entro sette giorni comincerà la somministrazione a oltre 4,4 milioni di anziani
Dom, 31/01/2021 - 14:42

Condividi su:

E’ in dirittura d’arrivo la fase 1 della campagna vaccinale in Italia, almeno per quanto riguarda la prima dose. Sono circa 2 milioni infatti i soggetti da vaccinare nella prima fase, 1,4 milioni di operatori sanitari e sociosanitari e 570mila ospiti (e personale) delle Rsa.A oggi sono 1,9 milioni gli italiani cui è stata già somministrata la prima dose, ma nel computo ci sono anche 350mila vaccinati non sanitari (dato che ha sollevato le critiche della Fnomceo, la federazione degli ordini dei medici) e poco meno di 15mila over 80.

Rispetto invece ai primi due target fissati dal piano vaccini, gli operatori sanitari vaccinati sono 1 milione 355mila: ne mancano dunque meno di 50mila per completare la copertura della prima dose. Più indietro gli ospiti delle Rsa: rispetto al target di 570mila, risultano vaccinati in 183mila.

Considerando che la media giornaliera delle dosi somministrate, dopo il crollo della settimana precedente dovuto ai tagli comunicati dalle aziende, è tornata la scorsa settimana a 70-80mila, ci vorranno circa 7 giorni, si stima negli uffici del commissario straordinario, per completare il target, e tre settimane per le seconde dosi. Tra una settimana, dunque, si potrà partire a pieno regime (sempre ferma restando la raccomandazione alle Regioni di conservare un 30% delle dosi a disposizione per i richiami) con gli over 80, e i numeri si faranno più consistenti: se ne dovranno vaccinare 4 milioni 442mila.

Intanto, comunque, si avvicina la copertura totale degli operatori sanitari, anche se, sottolinea il presidente Fnomceo Filippo Anelli all’AGI, “il target di 1,4 milioni non tiene conto dei liberi professionisti: dalle Province ci segnalano che il 90% di loro ancora non è vaccinato. E sinceramente – ribadisce – il dato dei 350mila vaccinati ‘non sanitari’ stupisce, sono persone che non rientrano negli obiettivi prioritari di questa prima fase. Le Asl hanno voluto vaccinare anche gli amministrativi, lo capisco, ma fa specie pensare che oggi magari è vaccinato un impiegato che fa le buste paga, e un medico che visita il paziente ancora no. Si poteva stare più attenti”.

Necrologi di Caltanissetta