San Cataldo. I consiglieri del Pd Marianna Guttilla e Marco Andaloro: “A San Cataldo manca un Piano di Mobilità Urbano”.

0

SAN CATALDO. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dei consiglieri comunali del Pd Marianna Guttilla e Marco Andaloro sulla mobilità urbana.

<I cittadini sancataldesi devono farei conti, quotidianamente, con le difficoltà di mobilità. Con questa Intendiamo qualsiasi tipo di spostamento durante la giornata. Pensiamo alla quasi impossibilità di raggiungere la città di Caltanissetta, o alle condizioni in cui sono costretti a viaggiare gli studenti delle superiori. Pensiamo all’assenza di una linea ferroviaria, di un percorso destinato ai tanti podisti orgoglio sancataldese nelle manifestazioni sportive di tutta Italia. Pensiamo al traffico di auto nelle vie principali, all’inesistente sicurezza di chi utilizza la bici. Pensiamo insomma che sia necessario intervenire sull’intero sistema di mobilità cittadino. Quello che manca alla nostra San Cataldo è un Piano di mobilità urbano (PUM). Si tratta di un progetto finalizzato a soddisfare proprioi bisogni di mobilità, a combattere l’inquinamento, a ridurre il consumo di energia, a migliorare la sicurezza del trasporto e della circolazione, a valorizzare la nostra terra e a migliorare la condizione di vita dei suoi abitanti.

Noi sogniamo una Città che riduca l’uso dell’automobile con nuovi sistemi di trasporto (si pensi agli innovativi usi di car sharing o car pooling), che incentivi la passeggiata o la corsa con mezzi sostenibili.

A disciplinare il PUM è la Legge 340/2000, cui hanno fatto seguito  le linee guida del Ministero dei trasporti, che cerca di definire l’ambito di intervento del piano di mobilità: partendo dall’analisi del sistema di trasporto devono essere individuati degli indicatori obiettivo, con le relative strategie di intervento e la pianificazione.

In Sicilia sono stati approvati già cinque PUM, confermando la tendenza ad adottare i piani di mobilità anche perché essenziali per accedere ai finanziamenti europei.

Noi immaginiamo che possa essere un’occasione per coinvolgere l’intera cittadinanza cercando di capire come i sancataldesi vedono la San Cataldo del futuro, attraverso strumenti partecipativi che possano far convogliare le idee in modo da sviluppare una mobilità sostenibile condivisa, che parta dal basso. Si tratta di un confronto tra istituzioni e cittadini, che successivamente potrà passare al vaglio dei professionisti che vorranno mettersi a disposizione per contribuire al progetto della Città.

Per questi motivi abbiamo deciso di presentare una mozione che impegni l’Amministrazione a realizzare una “raccolta” di idee progettuali, un tavolo partecipativo dove convogliarle e l’effettiva realizzazione del Piano di Mobilità Urbana della Città di San Cataldo. L’ordine del giorno sarà discusso durante il Consiglio Comunale del 6 dicembre>.

 

I Consiglieri Comunali

Marco Andaloro

Marianna Guttilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here