Rassegna stampa. L’ultimo interrogatorio di Montante: “Ho deciso di dire tutto, vado oltre”

0

L’ex leader di Sicindustria sentito dai pm. «Qui in carcere ho intrapreso un percorso religioso». Nel verbale un’autodifesa e poche ammissioni. Fra nuove verità e alcuni “scaricati” eccellenti

Caltanissetta – «Ho fatto un percorso religioso». A un certo punto, in una sala del “Malaspina” di Caltanissetta, l’ex uomo più potente di Sicilia gioca la carta a sorpresa: «In questi mesi in carcere ho fatto un percorso difficile… ho dovuto, diciamo, adattarmi, e questo mi ha portato a fare dei ragionamenti. Io, indipendentemente da quello che scrivono i giornali, sono stato sempre dalla parte dello Stato, quindi dalla parte del vostro mondo».

È il 9 agosto. Antonello Montante chiede di essere sentito per la seconda volta dai magistratititolari dell’inchiesta che l’ha portato all’arresto a maggio scorso. Poco prima di mezzogiorno, fa molto caldo. L’interrogatorio s’interrompe dopo pochi minuti, perché nella stanza arriva un ventilatore. Che soffia lieve sulle buone intenzioni dell’indagato per corruzione: «Sono disponibile a qualsiasi tipo di domande, tenterò di dire tutto quello che so, anche oltre».

L’articolo per esteso sul quotidiano La Sicilia, nella versione cartacea