Salute

Crisi di Governo, Cancelleri: “Io ministro dei Trasporti? Non mi oppongo”

Redazione

Crisi di Governo, Cancelleri: “Io ministro dei Trasporti? Non mi oppongo”

Mar, 12/01/2021 - 23:44

Condividi su:

Crisi di Governo, Cancelleri: “Io ministro dei Trasporti? Non mi oppongo”

“Quello che sta succedendo è incomprensibile e inaccettabile. Vedo irresponsabilità. Alcune critiche avanzate da Italia Viva sono anche condivisibili. I punti critici sono stati fatti propri dal presidente del consiglio. È assurdo che due ministre parlino come se fossero all’opposizione. Le ministre di Italia viva da trenta giorni dicono che si devono dimettere e che a loro non interessano le poltrone. Eppure si continua a parlare di rimpasto, allora non è vero che le poltrone non interessano”. Lo ha sottolineato Giancarlo CANCELLERI, viceministro ai trasporti, intervistato da Radio Capital.

Quanto all’ipotesi di un ministero allo stesso CANCELLERI in caso di rimpasto “lo leggo dai giornali – spiega – di certo non mi oppongo. Però penso sarebbe una mancanza di rispetto dire che voglio il posto di chi sta ancora lavorando per il paese”. CANCELLERI è poi intervenuto sul piano trasporti ricordando che sono stati “investiti 600 milioni di euro. I soldi vengono dati alle regioni che devono mettere in piedi servizi aggiuntivi. Lo Stato non si è tirato indietro, ma sono le regioni che devono convocare i vari enti locali e organizzarsi per mettere in strada nuovi mezzi. Ho visto in tv la sfilata dei governatori che si lamentavano dei trasporti pubblici quando non sono stati utilizzati neanche tutti i fondi investiti. I primi imputati sono loro”.

“Il governo di un paese è una cosa seria. Non si ritirano due ministre per vedere l’effetto che fa e pretendere di sedersi nuovamente al tavolo. Basta sceneggiate e show inopportuni in una fase così delicata del Paese”. Lo afferma il viceministro alle Infrastrutture e trasporti, Giancarlo CANCELLERI, in una nota. ”Se Renzi non vuole più starci (o continuare a stare in maggioranza solo per ricattare il resto del governo), allora si prendesse le sue responsabilità perché da giorni tiene fermo un paese che ora ha solo bisogno di correre”, aggiunge. Se Italia viva esce dalla maggioranza, avverte CANCELLERI, ”vuol dire che rimarrà in opposizione, lo ripeto con chiarezza: il governo di un paese è una cosa seria”.