Salute

Butera. Gran successo per l’incontro formativo della biologa della Nazionale Under 17 Maria Luisa Cravana presso il laboratorio di Autodemolizioni Chimera.

Redazione 1

Butera. Gran successo per l’incontro formativo della biologa della Nazionale Under 17 Maria Luisa Cravana presso il laboratorio di Autodemolizioni Chimera.

Mar, 27/10/2020 - 23:39

Condividi su:

Butera. Gran successo per l’incontro formativo della biologa della Nazionale Under 17 Maria Luisa Cravana presso il laboratorio di Autodemolizioni Chimera.

BUTERA. “I problemi di salute spesso sono legate ad uno stile di vita e alimentare poco salutare”. A sostenerlo è stata Maria Luisa Cravana, biologa nutrizionista della nazionale italiana Calcio Under 17, che ha concluso la serie degli incontri formativi promossi nell’ambito del laboratorio culturale itinerante promosso da Autodemolizioni Chimera.

La nutrizionista, nel corso di un incontro che, al pari degli altri, ha riscosso un grandissimo successo, ha rilevato: “L’urbanizzazione, il lavoro fuori casa ha determinato una forte spinta verso il cambiamento delle abitudini alimentari e il cambiamento nella struttura stessa del pasto. Il pasto principale della giornata non è più il pranzo ma la cena, dato che, raramente si torna a casa per la pausa pranzo, ma si fa un breve intervallo al bar, al fast food o in mensa. A queste condizioni si arriva ad un cambiamento radicale delle abitudini alimentari, purtroppo portando buona parte della popolazione, a soffrire di problematiche di salute inerenti a uno stile di vita e alimentare poco salutare. Purtroppo questo stile di vita, porta a vivere il rapporto con il cibo in maniera sbagliata con tutti i rischi che ne conseguono per il nostro benessere psicofisico. Mangiare bene per lavorare meglio potrebbe sembrare uno slogan ma di fatto è così!”.

Secondo la biologa nutrizionista, la promozione della salute sul luogo di lavoro deve avere come obiettivo il miglioramento della salute e il benessere nei luoghi di lavoro.

“Il concetto di Promozione della Salute nei luoghi di lavoro vuole essere un incentivo per offrire ai propri lavoratori opportunità per migliorare la propria salute – sostiene Maria Luisa Cravana – promuovendo l’alimentazione sana per ridurre i fattori di rischio generali per la salute e in particolare quelli maggiormente implicati nella genesi delle malattie croniche. Esse hanno un grosso impatto sul livello di qualità della vita. Con uno stile di vita salutare è possibile prevenire in una certa misura molte patologie croniche, ad esempio cardiopatie, diabete di tipo 2 e cancro. Migliorare la dieta è uno tra i principali cambiamenti. Un’alimentazione equilibrata durante la giornata lavorativa consiste nel fare un uso variato degli alimenti in termini di quantità e frequenza, per coprire le necessità nutritive che consentano di mantenere una buona salute e offrire benessere.

La promozione della salute è anche concepita nell’ambito dalla UNI-ISO 26000 “Guida alla responsabilità sociale” precisamente sotto la voce (Rapporti e condizioni di lavoro). Vantaggi che potremmo avere seguendo queste linee guida potrebbero essere molteplici e chiunque legga proprio questa norma può comprenderlo. Un’alimentazione equilibrata apporta molteplici benefici nei luoghi di lavoro poiché: • promuove il benessere dei lavoratori • aiuta a migliorare il rendimento sul lavoro • previene malattie (obesità, ipertensione, diabete di tipo 2) legate ad un’alimentazione errata, riducendo l’indice di assenteismo sul lavoro.

Volendo esemplificare, preso in considerazione il tema fondamentale “rapporti e condizioni di lavoro” troveremo come aspetti specifici proprio la Salute e sicurezza sul lavoro. La UNI EN ISO 26000 è adatta ad ogni tipo di impresa e organizzazione, sia essa pubblica o privata. La norma è rivolta a chiunque intenda migliorare le proprie prestazioni in materia di responsabilità sociale e/o integrare quest’ultima nel proprio attuale sistema di gestione. Valutando nello specifico cosa è bene fare, basterebbe moderare le scelte se il pranzo è consumato nei bar o ristoranti o ancora meglio ci si potrebbe organizzare con le classiche PORTAVIVANDE, PREPARANDO il pasto anche la sera prima e certamente consumare pasti più genuini salutari e poco calorici. Vi do giusto qualche consiglio, andrebbe bene • un insalata di pollo • del salmone con insalata • pasta fredda • insalata di riso o di cereali vari • o dei legumi freddi ovviamente con delle verdure miste. Così facendo 2 aspetti importanti verranno migliorati certamente. salute: mangiare regolarmente fuori casa in ristoranti, pizzerie o mense non è salutare per via dei sali, i grassi e i conservanti impiegati per mantenere il cibo preparato in grandi quantità; il cibo preparato a casa la sera prima o la mattina stessa subisce minori trasformazioni, lo si prepara a proprio gusto ed è più salutare oltre ché necessario per chi deve seguire un determinato regime alimentare; praticità: portare il cibo in comode vaschette portavivande è pratico, facili da pulire e inoltre si riducono i tempi della pausa pranzo, a tutto vantaggio del datore di lavoro”.