Salute

Rosanna Moncada e Paolo Anzaldi (Cgil Fp) chiedono un confronto con la Srr Ato 4 Caltanissetta Sud su problematiche del personale.

Redazione 1

Rosanna Moncada e Paolo Anzaldi (Cgil Fp) chiedono un confronto con la Srr Ato 4 Caltanissetta Sud su problematiche del personale.

Dom, 27/09/2020 - 08:28

Condividi su:

Rosanna Moncada e Paolo Anzaldi (Cgil Fp) chiedono un confronto con la Srr Ato 4 Caltanissetta Sud su problematiche del personale.

Riceviamo e pubblichiamo nota del Responsabile FP CGIL Paolo Anzaldi e della Segretaria Generale Fp Cgil Rosanna Moncada (nella foto) nella quale viene affrontata la questione del personale della Srr Ato 4 Caltanissetta Sud.

“Abbiamo nuovamente sollecitato il Presidente della SRR SUD , il Sindaco del Comune di Butera, inviando una richiesta di incontro indirizzata parimente a tutti i Comuni soci e per conoscenza al Dipartimento acqua e rifiuti per iniziare a confrontarci sulle problematiche del personale in servizio presso la SRR ATO 4 Caltanissetta provincia sud .

Problematiche che interessano la gestione della SRR nel suo complesso considerato che abbiamo lamentato una serie di criticità legate alla mancata adozione di provvedimenti che si reputano assolutamente necessari se non obbligatori.

Abbiamo ritenuto non più procrastinabile determinare un assetto organizzativo che comprenda più unità di personale o meglio che ottemperi e proceda all’ assunzione del personale nella misura prevista dalla pianta organica approvata dal Direttore Generale e dal Presidente della Regione Sicilia di cui alla nota n 9385 del 01.03.2017 al fine di poter definire tutte quelle attività necessarie per la gestione della SRR.

Per le due unità in servizio di cui una in comando alla SRR Impianti abbiamo ricordato e sollecitato il pagamento delle cinque mensilità arretrate e un confronto per i carichi di lavoro assolutamente non corrispondenti alle mansioni per le quali sono stati assunti considerato che per l’unità in comando alla srr impianti sono state attribuite delle mansioni non confacenti al profilo professionale del dipendente mentre per l’altra unità in forza alla SRR SUD un sovraccarico di lavoro tale che una sola unità di personale non può sicuramente sostenere.

 Una situazione pertanto abbastanza complessa che risulta ancora più critica tenuto conto che ancora ad oggi nulla è stato fatto in termini di salute e sicurezza ( designazione del R.S.P.P. e redazione del documento di valutazione dei rischi D.V.R.) e il sussistere di condizioni igienico sanitarie carenti per la sede di lavoro destinata alla SSR SUD necessita di urgenti provvedimenti.

Confidiamo in un celere riscontro alla richiesta onde evitare ulteriori disagi al personale e far si che l’intera problematica che comprende la gestione della raccolta dei rifiuti nella zona sud della Provincia cominci a definirsi in termini di servizio e di occupazione”.