Salute

Caltanissetta, Coronavirus. Bruzzaniti: “Amministrazione non mi ‘considera’, spero valutino le mie proposte”

Redazione

Caltanissetta, Coronavirus. Bruzzaniti: “Amministrazione non mi ‘considera’, spero valutino le mie proposte”

Mar, 24/03/2020 - 11:04

Condividi su:

Caltanissetta, Coronavirus. Bruzzaniti: “Amministrazione non mi ‘considera’, spero valutino le mie proposte”

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. La nostra città, così come tutte le città d’Italia, sta vivendo giorni surreali, di grande angoscia, di lutto e di grande difficoltà. Ogni cittadino nisseno ed ogni istituzione è chiamato a contribuire ed a far il proprio dovere, e se consideriamo che medici, infermieri, forze dell’ordine e tanti lavoratori, rischiano quotidianamente la vita, per garantire la nostra, forse l’imposizione a restare in casa, non é poi un così grosso sacrificio. Un ruolo molto importante, in questo periodo, deve essere recitato dalla politica, che, grazie alle sue attenzioni ed imposizioni, deve tracciare il solco per uscire il prima possibile da questo terribile periodo. 

Sono certo che l’amministrazione comunale sia quotidianamente in prima linea nel fronteggiare la situazione, e sono altrettanto certo che stia cercando di farlo con tutte le forze e competenze che ha. Anch’io, da cittadino prima ancora che da consigliere comunale, sto cercando di contribuire, con i mezzi a disposizione, dando indicazioni ai tanti cittadini ed avanzando proposte. A proposito di proposte, in questi giorni, spesso mi sono sentito dire che, pur appartenendo all’opposizione, dovrei mettermi a disposizione dell’amministrazione, e che ciò, oltre a tornare utile alla città, tornerebbe utile alla mia immagine politica.

Purtroppo o per fortuna, dell’immagine politica, in questo momento mi importa davvero poco, mentre mi interessa tanto di più poter essere utile, anche solamente in termini di proposte, alla cittadinanza. Proposte, segnalazioni e critiche, che non ho voluto “formalmente” avanzare, proprio per evitare che mi si potesse additare come opportunista o meglio ancora “sciacallo”, della situazione. Ho più volte contattato il Sindaco, ma dopo i primi giorni di buon dialogo, il tutto si é interrotto non ottenendo più alcuna risposta alle telefonate ed ai messaggi.

Voglio sperare che il Sindaco non sia stato infastidito dalle dalle mie dichiarazioni pubbliche sulla sospensione di tutte le attività consiliari, che il gruppo del M5S non voleva azzerare, e che lo stesso, successivamente e d’imperio, ha correttamente sospeso. Aspetto ancora la richiamata dell’assessore Giammusso, che avevo più volte chiamato per ulteriori chiarimenti legati alle restrizioni commerciali cittadine, chiarimenti che ho comunque avuto dal comandante della polizia municipale, ed immediate te fornito agli interessati. Ho discusso con l’assessore La Mensa del mancato servizio di registrazione nascite, che venerdì risultava non attivo a causa della mancanza di personale.

Diverse sono le proposte da me avanzate privatamente o pubblicamente, e se pubblicarle in un comunicato può servire a vederle realizzate, mi accingo ad elencarle:

– coordinare tutte le istituzioni, Comune, Asp, Prefettura, affinché ogni azione sia forte, comprensibile ed univoca per i cittadini

– santificare manualmente le aree a maggior contatto con i cittadini, zone in cui insistono attività alimentari e farmacie, passamano e ringhiere cittadine, disinfettare quotidianamente i carrellati dei rifiuti

– spingere sulla possibilità di avere l’esercito in città, in aiuto delle forze dell’ordine già operative

– istituire un centralino unico per cittadini e commercianti, affinché si riesca a dar risposta ai tanti cittadini che ne hanno bisogno

– istituire un canale di comunicazione ufficiale dell’ente, grazie all’ausilio di professionisti della comunicazione (magari qualcuno, in questo momento, lo farebbe anche gratis), o chiedere l’aiuto della stampa locale

– attivazione di una commissione speciale “coronavirus”, gratuita e periodica, al quale possano partecipare i soli capigruppo e contribuire ufficialmente con idee e proposte 

– individuazione, attraverso l’ausilio della solidarietà sociale, di tutte quelle famiglie che necessitano di aiuto. 

Sembrano iniziative scontate, ovvie, alcune forse in fase di realizzazione, ma assolutamente importanti e meritevoli di attenzione. Riproponendo la mia disponibilità all’amministrazione Gambino, in maniera assolutamente pratica e non come slogan di bon ton, colgo l’occasione per mandare un forte abbraccio a tutti i miei concittadini, invitandoli a farsi forza e restare a casa. 

Gianluca Bruzzaniti 

NECROLOGI