Sutera, il “virciddato” ed il circuito Slow Food

0

SUTERA – Valorizzazione dei prodotti enogastronomici tipici del territorio nella giornata del 4 Gennaio, durante la manifestazione del Presepe Vivente.  Continua  il percorso che porterà il “Virciddrato” di Sutera verso l’attribuzione del titolo di “Presidio Slow Food” che è iniziato  con suo inserimento all’interno dei prodotti dell’Arca del Gusto di Fondazione Slow Food per la biodiversità.    Da anni questa amministrazione comunale e le precedenti si sono impegnate a valorizzare e promuovere le eccellenze dell’enogastronomia locale nel tentativo di far nascere filiere di prodotto che possano portare ad una rinascita del tessuto imprenditoriale agricolo ed artigianale del paese, sempre a costo zero senza gravare sulle casse comunali.   A tal fine sono stati predisposti vari interventi volti alla creazione di economie in scala a servizio degli operatori esistenti ed alla nascita di nuove imprese. “Fra queste, ricordano gli organizzatori, a titolo non esaustivo, la battaglia per l’istituzione delle zone franche montane e, in tema strettamente enogastronomico, la creazione del marchio e del disciplinare DECO (Denomimazione Comunale) per il prodotto tipico di punta della nostra arte dolciaria che è il Virciddratu” di Sutera.    Tale opera ha suscitato l’interesse di vari players della realtà associativa Italiana come Borghi più Belli d’Italia e Fondazione Slow Food, quest’ultima con particolare attenzione all’aspetto enogastronomico.  È, perciò, iniziato un processo di incontro e confronto che ha portato ad inserire il nostro Virciddratu  all’interno dei prodotti dell’Arca del Gusto di Fondazione Slow Food per la biodiversità.   Dopo avere catturato l’interesse del pubblico e degli operatori, con incontri formativi ed informativi e dopo aver messo in rilievo l’importanza che questo prodotto racchiude in se, il 4 Gennaio è stato organizzato, dall’amministrazione comunale e dalla sezione di Caltanissetta della fondazione Slow Food, la Giornata del “Virciddratu”.    Sarà allestito uno stand apposito per  la degustazione in cui saranno presenti i rappresentanti del Comitato Slow Food di Caltanissetta per spiegare il valore che rapprentano nella storia, cultura e tradizione quei prodotti antichi, come lu “virciddatu”, che purtroppo rischiano di scomparire. Un prodotto che al contempo deve mantenere le antiche caratteristiche. In questo gioca un ruolo fondamentale il presidio Slow Food, che dà garanzia dei prodotti primari della produzione quali antichi ingredienti, come la  farina di grano di Maiorca per la pastafrolla esterna.   I promotori fanno sapere che il 4 Gennaio ci sarà la presentazione del prodotto e la rappresentazione delle fasi della lavorazione del virciddratu con la partecipazione, in modo totalmente gratuito, dei  fornai di Sutera (Malta e Lombardo),  nei seguenti orari:   16:30-17:30-18:30-19:30 presso lo stand di presentazione e degustazione del prodotto, che sarà allestito lungo il percorso del Presepe Vivente di Sutera.   La scelta del giorno è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale che ha seguito l’intenzione di inquadrare l’evento a corredo del Presepe Vivente che attira migliaia di visitatori, al fine di non limitare l’auditorio alla popolazione locale, derubricandolo, in tal modo a rango di semplice festa o sagra fine a se stessa, ma di estenderlo ad un numero di utenti più ampio possibile, perché Sutera possa essere ricordato non solo come Borgo del Presepe, ma anche come Paese del Virciddratu”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here