Salute

Il Canicattì vince di misura sullo Sporting Vallone che reclama due rigori netti. Le Foto

Salvatore Catalano

Il Canicattì vince di misura sullo Sporting Vallone che reclama due rigori netti. Le Foto

Mer, 15/01/2020 - 20:51

Condividi su:

Il Canicattì vince di misura sullo Sporting Vallone che reclama due rigori netti. Le Foto

CAMPOFRANCO – Un gol nel primo tempo dell’ex Danilo Greco, forte tiro dal limite dell’area ha permesso al Canicattì di espugnare il campo dello Sporting Vallone e confermare il secondo posto. Una vittoria meritata per i ragazzi di Pippo Romano che si sono dimostrati fin qui la migliore squadra del campionato a Campofranco, soprattutto per quanto fatto nel primo tempo, in cui avrebbe meritato di andare all’intervallo con almeno due gol di vantaggio. Lo Sporting Vallone deve rimproverarsi un primo tempo nel quale non è sceso in campo, molto meglio nel secondo in cui è andato vicinissimo al pareggio al 93’, sul colpo di testa di Pellison e Vittorio Caronia che ha salvato sulla linea e lamenta la mancata concessione di due calci di rigori, uno apparso piuttosto netto. Il Canicattì parte forte dal primo minuto e nel primo tempo crea nove occasioni di gol di cui quattro nitide comprese il gol di Greco. Al 4’ Di Mercurio parte da centrocampo, salta tre avversari e dal limite conclude centralmente e debolmente. Al 9’ ci prova Caronia, con l’esordiente Azzaretto, buona partita la sua che devia. Al 24’ azione da manuale, con schema da calcio d’angolo e Maggio che conclude al volo dal limite ed Azzaretto che vola a togliere il pallone da sotto la traversa. Al 26’ Caronia solo davanti al portiere perde il tempo, mentre al 36’ ci prova Cammareri il cui tiro è deviato in angolo. Al 37’ il gol di Greco che intercetta palla e calcia di prima intenzione sul primo palo perl’1 a 0. Sporting Vallone che nel primo tempo si rende pericoloso con l’altro ex Polito, all’11’ da buona posizione calcia alto e al 34’ da buona posizione di testa appoggia al portiere e al 16’ che rientra su Maggio che lo stende, sembra rigore netto, per l’arbitro è simulazione. Nel secondo tempo il Canicattì arretra e lo Sporting diventa intraprendente, al 4’ ci prova ancora su punizione alta, al 14’ azione convulsa con Messina che supera Valenti con un pallonetto e il portiere bravo a recuperare il pallone prima che entri in porta dove finiscono invece Di Mercurio e Messina tra le proteste che reclamano il rigore. In pieno recupero l’occasionissima Sporting Vallone con calcio d’angolo di Immesi, piu’ in alto va Pellison che devia di testa e Vittorio Caronia che salva sulla linea, sventando il pericolo e subito dopo il triplice fischio finale dell’arbitro.
SPORTING VALLONE 0
CANIOCATTIì 1
SPORTING VALLONE: Azzaretto, Chiparo, Immesi, Palazzo, Pellison, Panepinto (54’ Giannusa), Speciale (63’ Corso) Messina, Polito (74’ Di Simone), Galeoto (74’ Fruci). All. Francesco Tudisco.
CANICATTì: Valenti, Fiore (89’ Lauria), Tedesco, Vittorio Caronia, Di Mercurio, Maggio, Cammareri, Greco (87’ Calabrese), Matera, Angelo Caronia, Malluzzo. All. Giuseppe Romano.
ARBITRO: Spedale di Palermo.
RETI: 37’ Greco.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 15)

NECROLOGI