AICS Agrigento Itineri turistici e percorsi gastronomici: per la provincia di Caltanissetta scelto il pluripremiato pizzaiolo Diego Gaetano Lo Bue - il Fatto Nisseno - Caltanissetta notizie, cronaca, attualità

Salute

AICS Agrigento Itineri turistici e percorsi gastronomici: per la provincia di Caltanissetta scelto il pluripremiato pizzaiolo Diego Gaetano Lo Bue

Carmelo Barba

AICS Agrigento Itineri turistici e percorsi gastronomici: per la provincia di Caltanissetta scelto il pluripremiato pizzaiolo Diego Gaetano Lo Bue

Mer, 22/01/2020 - 14:48

Condividi su:

AICS Agrigento Itineri turistici e percorsi  gastronomici:  per la provincia di Caltanissetta scelto il pluripremiato pizzaiolo Diego Gaetano Lo Bue

Il Dipartimento Provinciale Turismo della Presidenza Provinciale dell’AICS di Agrigento già da tempo, seguendo l’orientamento del Dipartimento Nazionale Turismo AICS sta pianificando tutte le azioni atte a promuovere il territorio della provincia di Agrigento e della Sicilia in genere. Si chiama AICS Travel la macchina organizzativa e logistica che racchiude la promozione turistica nazionale dell’AICS.   Il Dirigente Provinciale dell’AICS Turismo della provincia di Agrigento, Mariogero Taibi ha ben pensato di coniugare i vari itinerari turistici anche a dei percorsi gastronomici, fortemente voluti dal Presidente Provinciale Giuseppe Petix.    Il Presidente Petix dichiara “La Sicilia ha prodotti di altissimo livello e maestranze che sanno trasformarli in piatti prelibati. Non parlo di piatti eccessivamente elaborati ma anche di piatti che in origine erano appartenenti alla tradizione gastronomica della cucina del popolo, comunemente “cucina povera”, che oggi subisce spesso rivisitazioni alle quali non sono sempre contrario se si tiene in mente la tradizione originale. Bisogna celebrare il passato e innovarlo nel presente ma guai quando le ricette dei nostri nonni vengono dimenticate e sostituite con le rivisitazioni moderne”.   Lo sa bene il Dirigente Taibi che nei vari itinerari già svolto tra le provincie di Agrigento e Caltanissetta ha sempre mirato alle tradizioni gastronomiche oltre alla visita di posti che per noi sono scontati ma per gli agenti dei Tour Operator nazionali sono tutto tranne che scontati. Proprio sulla linea della tradizione l’AICS sta promuovendo i grani siciliani antichi così come anche l’innovazione e la voglia di sperimentare accostamenti particolari, sempre però tra prodotti autoctoni.   Non a caso Mariogero Taibi ha voluto coinvolgere non solo chef ma pizzaioli. Tra questi ha scelto come esperto per la provincia di Caltanissetta il pluripremiato Diego Gaetano Lo Bue con il quale si sta studiando due linee di pizza: tradizionale ed innovativa. Diego Lo Bue è un giovane pizzaiolo anche se ha 21 anni di esperienza alle spalle (maturata anche in Francia, Belgio, Germania e nel Regno Unito) essendosi già dedicato all’arte bianca già nel 1998 partecipando a diversi concorsi come il Campionato Toscano, Pizza senza Frontiere, al Master Pizza Champions e al Campionato Gourmet di Ragusa. Dichiara Diego Lo Bue “La pizza è un alimento sano che da lustro all’Italia ovunque ed ho imparato a ideare pizze per tutti i palati e per tutte le tasche. La pizza è un alimento che unisce. Ho imparato in Sicilia presso i maestro Nino e Concetta Centinaro dove ho lavorato per tanti anni e adesso ho esportato in Svizzera le mie competenze per dare lustro alla nostra terra testimoniandola presso la struttura ricettiva dell’imprenditore Vincenzo Palmeri. Cercherò di spingere tutti i turisti verso la Sicilia terra dai mille sapori.”   Saranno infatti i pizzaioli e le aziende gastronomiche della provincia di Agrigento che hanno partecipato al Pizza Christmas di Agrigento organizzato dal Dirigente Provinciale dell’AICS Gaetano Ravanà per conto della Presidenza Provinciale, a guidare la redazione dei percorsi gastronomici in ambito turistico, dell’AICS per la provincia di Agrigento; infatti lo stesso Gaetano Ravanà nelle prime settimana di Febbraio riunirà le realtà che danno lustro al territorio proprio per offrire una visione turistica e gastronomica della provincia di altissimo livello.  Sicuramente la stessa esperienza verrà fatta nei paesi del vallone.