La replica di Enzo Maiorana all’on. Pagano: “È ora di smetterla con la contrapposizione Nord-Sud e di danneggiare quest’ultimo”

1

Riceviamo e Pubblichiamo

In riferimento alle dichiarazioni apparse sul V/S Giornale del 22 scorso fatte dall’On Alessandro Pagano, come responsabile del Movimento NOI MERIDIONALI che difende i Diritti e la Dignità dei Siciliani e dei Meridionali insieme al Movimento “SICILIANI VERSO LA COSTITUENTE” a cui partecipiamo, non possiamo non manifestare interesse verso le scelte del parlamentare della Lega.

Ci voglia concedere l’On una legittima perplessità che saremo ben felici di poter cancellare se i comportamenti dell’illustre personaggio dovessero cambiare rispetto al passato.

L’On Pagano ha il privilegio di rappresentare da circa 23 anni gli interessi dei Siciliani, essendo stato al Parlamento Siciliano per circa 12 anni e al Parlamento nazionale nelle ultime legislature, purtroppo fino a oggi non abbiamo avuto grandi motivi di soddisfazione.

Ma questo è il passato e avendo a cuore il presente e il futuro dei Siciliani, in particolare dei nostri giovani, non possiamo dare spazio a reminiscenze ma vogliamo valorizzare la buona volontà manifestata.

Nonostante tutto desideriamo evidenziare all’On Pagano che oggi non accettiamo da parte di nessuno buoni proponimenti ai quali non seguano delle conseguenti e forti azioni.

Desideriamo ribadire la nostra disponibilità ma non tolleriamo che coloro che sono stati i responsabili delle nostre difficoltà si limitino a denunciarle.

La denuncia spetta ai Siciliani e ai Meridionali che abbiamo dovuto subire mille angherie e non a coloro che eletti ne sono stati i responsabili. Di conseguenza consigliamo all’On di rendere pubblica la sua parte di responsabilità che evidenzierebbe la sua buona fede e una maggiore credibilità nella sua manifestata disponibilità a porre al servizio dei cittadini Siciliani i suoi i futuri impegni politici.

L’On afferma che per indurre l’UE ad attribuire le caratteristiche dell’insularità alla nostra Sicilia è necessaria un’azione congiunta della Regione Siciliana e del Governo che insieme spingano sulla UE.

Ma l’On, che ha avuto ruoli di rilievo al Parlamento Regionale e al Parlamento nazionale, come mai non si è attivato prima specie con il primo Governo Conte a cui partecipava anche la Lega?

Come ho detto prima il passato lo superiamo per esclusivo amore per la nostra Terra e la nostra Gente.

Ma se l’On Pagano tiene alla considerazione dei Siciliani e dei Meridionali, cosa di cui non dubitiamo, oltre alle tariffe degli aerei pur importanti, deve unirsi a tutti noi nell’opporsi a una norma che penalizza i Cittadini del Sud in modo molto più grave.

Ci riferiamo alle norme sul Federalismo fiscale che dal 2009 sottraggono alle Regioni del Sud 62 miliardi l’anno.

Questo perché la divisione delle risorse dello Stato alle Regioni, che fino al 2009 avvenivano sulla base della popolazione, dal 2009 avvengono sulla base della Spesa Storica che avvantaggia le Regioni ricche che negli anni hanno avuto maggiori costi per avere servizi maggiori e migliori, rispetto alle Regioni più povere del Sud che avendo una economia debole hanno potuto spendere di meno.

Con le attuali norme si dà di più a chi è più ricco e si toglie a chi è più povero!

In 10 anni è stata sottratta al Sud una cifra spaventosa (620 miliardi) che sono andati in gentile omaggio alle Regioni del centro Nord.

Tutto ciò è stato evidenziato dall’apposita Commissione Parlamentare.

Non solo ma i fondi di coesione destinati al Sud in realtà non esistono perché tagliati negli anni della Grandi Crisi per rispettare gli impegni di stabilizzazione della finanza pubblica e questo è stato certificato dalla Ragioneria Generale dello Stato.

Ma cito realtà che l’On Pagano conosce perfettamente!

Sempre per avallare la sua credibilità deve anche opporsi alle richieste delle Regioni del Centro- Nord sulle Autonomie differenziate (anche fiscale) le cui norme perpetuano queste ingiustizie.

Si possono accettare le Autonomie ma solo dopo che saranno stati stabiliti i LEP (livelli essenziali delle prestazioni) che prevedono maggiori risorse alle Regioni più svantaggiate in rispetto delle norme costituzionali fino ad oggi disattese.

La nostra benevolenza nei confronti dell’On Pagano sta nell’indicare la strada non solo per una sua rivalutazione ma anche della Lega nella quale rappresenta un ruolo importante in quanto vice presidente dei parlamentari alla Camera.

Se la Lega desidera essere credibile come Lega Nazionale non è sufficiente solo cambiare il Simbolo ma deve abbandonare nei fatti il ruolo di Lega Nord e attuare progetti che rispettino i Diritti e la Dignità di tutti i cittadini su tutto il territorio.

È ora di smetterla con la contrapposizione Nord-Sud e di danneggiare quest’ultimo.

Questa nuova posizione avvantaggerebbe la Lega se saprà spiegare ai cittadini del Nord e ai loro imprenditori che potranno sperare di continuare a svilupparsi solo se si svilupperà l’economia del Sud, perché lo sviluppo economico nazionale sarà Meridionale o non sarà.

 Salvini potrà essere considerato uno Statista solo se avrà una IDEA di NAZIONE. Fino a oggi è stato molto bravo a parlare alla pancia della Gente ma alla lunga, solo con il tema degli immigrati, non potrà reggere e già è costretto a subire la contestazione dei giovani delle Sardine.

Salvini deve sapere che il successo è più facile raggiungerlo che mantenerlo!

I movimenti politici Siciliani e Meridionali non sono di destra né di sinistra ma hanno come unico obiettivo la difesa degli interessi e dei Diritti della nostra Gente e saremo disposti ad allearci con tutti, anche con il diavolo, pur di realizzarli.

I Siciliani e i Meridionali non tollereremo oltre la Povertà, l’Emarginazione, la Disoccupazione e il dramma della Emigrazione economica e questa sacrosanta battaglia la faremo con i NOSTRI SIMBOLI DEL SUD E DELLA SICILIA perché con L’ORGOGLIO di SEMPRE vogliamo che tutti sappiano che si sta ribellando quella parte di Italiani che da 160 anni sono stati trattati da SUDDITI.

Caro On Pagano Lei ha concluso la Sua lettera dicendo “IO CI STO”.

Bene è questa l’occasione per dimostrarlo.

Tanto Le dovevo

Enzo Maiorana presidente di NOI MERIDIONALI

1 COMMENTO

  1. È ora di smetterla con la contrapposizione Nord-Sud e di danneggiare quest’ultimo. sono daccordo e mi aspetto che la politica possa continuare quello che ha promesso e iniziato a fare

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here