Caltanissetta, Salvatore Licata e Nello Ambra: “Si ricomincia a parlare del piano della mobilità cittadina ed il nostro pensiero va alla Via Romita”

2

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Si ricomincia a parlare del piano della mobilità cittadina ed il nostro pensiero va alla Via Romita. Quella strada è l’esempio emblematico di uno degli obbrobri edilizi del passato nisseno, un strada a due carreggiate che all’improvviso si interrompe lasciando due parti importanti della Città a guardarsi solamente senza potersi toccare, senza potersi collegare.

Il completamento di una strada che oggi si presenta a vicolo cieco, in realtà, va oltre il mero congiungimento di due quartieri quali quelli di San Luca e Balate-Pinzelli, perché, a ben vedere, è volto a dare un nuovo assetto alla Città.

La creazione di una vera e propria tangenziale di cui oggi è priva Caltanissetta la decongestionerebbe rendendo le percorrenze più brevi e veloci, ridurrebbe la presenza di smog nelle parti centrali dell’abitato, migliorando inevitabilmente la qualità della vita dei cittadini nisseni.

Siamo consapevoli che tali interventi non sono oggetto ordinariamente di finanziamenti esterni stante che le strade urbane vanno realizzate con le finanze locali, ma riteniamo che la presenza del Vice Ministro alle Infrastrutture potrebbe rappresentare un grimaldello utile per il raggiungimento di un obbiettivo così ambizioso.

È bene ricordare che il completamento della via Romita vedrebbe come sua ulteriore motivazione, utile ad intercettare finanziamenti esterni, l’asservimento a quello che è il polmone verde della Città e che potrebbe divenire, se opportunamente attrezzato, un parco urbano qualificante per Caltanissetta.

Nella denegata ipotesi in cui il Sindaco Gambino dovesse, tuttavia, prendere atto che la via del finanziamento esterno non è percorribile, valuti comunque di investire con un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti su un’opera fondamentale per il futuro della Città, una di quelle opere il cui rapporto costi – benefici propende tutto verso dei benefici valutabili in termini economici e, soprattutto, di qualità della vita, che giustificherebbero un indebitamento di cui il Comune di Caltanissetta si può fare carico.

Nello Ambra E Salvatore Licata

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here