Caltanissetta, operazione “Oro rosso”: sequestrata discarica abusiva, tre denunciati

0

I controlli, che saranno ripetuti con cadenza periodica, sono stati disposti dal Questore di Caltanissetta su direttiva del Dipartimento della P.S.

Nell’ambito delle direttive impartite dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, al fine di arginare i furti di rame, che coinvolgono strutture ferroviarie e apparati di pubblica utilità quali società elettriche e di telefonia, causando notevoli disservizi e disagi alla cittadinanza, su disposizione del Questore ieri sono stati svolti congiunti specifici servizi di controllo dai poliziotti della Sezione Volante della Questura, della Sezione Polizia Stradale e del Posto Polfer di Caltanissetta. In contrada Gessolungo, all’interno di un appezzamento di terreno privato e delimitato da recinzione, gli agenti hanno trovato una discarica abusiva con tonnellate di materiale ferroso e matasse di cavi elettrici di rame di sospetta provenienza. Al momento dell’irruzione i poliziotti hanno sorpreso uno dei titolari, un 34enne nisseno, intento a caricare con una gru materiale ferroso su un camion. Tra le tonnellate di ferro sequestrato: elettrodomestici dismessi, bombole di gas, gruppi elettrogeni, pompe industriali, bombole di ossigeno, matasse di cavi elettrici di rame e altri rifiuti di ferro e rame di sospetta provenienza, atteso che i titolari non hanno saputo indicarne i luoghi di raccolta. Parte del materiale ferroso era stoccato in sacchi di iuta all’interno di un capannone, altro materiale era già caricato in cassoni di camion pronti per il trasporto. La discarica è risultata abusiva, poiché priva di qualsiasi autorizzazione a smaltire rifiuti. Sul posto è intervenuta anche la polizia scientifica per i rilievi del caso. Oltre al 34enne sono stati individuati il fratello 45enne e la loro madre. Tutti denunciati per ricettazione e violazione delle norme in materia ambientale. Tutta l’area con il materiale contenuto, tre autocarri, gru e altri mezzi sono stati posti sotto sequestro. L’operazione “oro rosso”, che si sta svolgendo su tutto il territorio nazionale, mira a contrastare più incisivamente il fenomeno.