Ospedale Mussomeli: Catania invita presidente Di Giacomo a Mussomeli

1

DigiacomoMUSSOMELI – Ha formalizzato per iscritto  la  richiesta di una sua visita a Mussomeli. Giuseppe Catania ha invitato il Presidente della VI commissione  parlamentare dell’ARS – Servizi Sociali e sanitari, On. Di Giacomo. Una lettera dal sapore di  “accorato appello” per fare verificare di persona, sul posto, quanto precedentemente esplicitato per le vie brevi  ed ora per iscritto.  “In questi ultimi mesi, ha scritto Catania, la struttura Ospedaliera M.I. Longo, è stata interessata, purtroppo, da una serie di interventi  che ne hanno ridotto sensibilmente la sua capacità produttiva e, soprattutto, la sua capacità di risposta al fabbisogno di  servizio alla salute espresso dagli utenti della stessa. Nello specifico, il 31.12.2015, è stata comunicata da parte dell’Assessorato alla Salute e all’ASP di Caltanissetta, la sospensione del Punto Nascita e nei mesi successivi è stato addirittura ridimensionato il funzionamento  del reparto di pediatria  della stessa struttura. Inoltre da diversi mesi è stata intrapresa una interlocuzione con il direttore Generale dell’ASP rispetto ad alcuni aspetti critici  che limitano il buon funzionamento  della struttura, la cui risoluzione  porterebbe  un grande beneficio all’intera collettività”. La lettera del primo cittadino così continua: ”E’ inutile sottolineare che  la preoccupazione di un progressivo ridimensionamento  dei servizi ospedalieri garantiti sino ad oggi, porti il territorio ad essere privato da servizi essenziali di assistenza che, a maggior ragione, dovrebbe essere garantiti in territori, dell’entroterra siciliano, caratterizzati  da gravi ed estremi disagi di collegamento viario e da carenza di offerta alternativa di servizi sanitari”.  Il sindaco Catania conclude il suo accorato appello al Presidente Di Giacomo,  ricordando che  “da mesi la struttura Ospedaliera M.I. Longo di Mussomeli copre un ampio bacino che comprende i Comuni di 3 provincie (CL-AG-PA) Montedoro, Bompensiere, Milena Vallelunga, Villalba Valledolmo, San Giovanni Gemini, Cammarata, Casteltermini,  Castronovo, Campofranco, Sutera , Acquaviva, Lercara Friddi, Alia,  Marianopoli, paesi tutti arroccati e con un territorio geologicamente instabile, con una popolazione superiore a 70.000 abitanti”.  Una lettera di invito, dunque, a Mussomeli sperando che “non cada nel vuoto”

 

1 COMMENTO

  1. Manifestazioni varie, consigli comunali allargati,interventi di tv e di giornali(ma non un vero interessamento dei nostri politici). Tutto inutile.A questo punto mi viene da pensare che una regia nascosta muova i fili per depotenziare ,in un primo momento, l’ospedale per poi chiuderlo completamente.E allora perchè continuare a pagare le varie addizionali che dovrebbero servire per assicurare lo stato di salute di noi cittadini?

Comments are closed.