Oasi Cristo Re: festa di Natale all’insegna della Pace con “Reunion” a sorpresa

0

CALTANISSETTA – La festa di Natale dell’Istituto Oasi Cristo Re di Caltanissetta, su indirizzo della Dirigente Scolastica, Suor Maria Paola, quest’anno ha abbracciato il tema della Pace nel mondo.
Diceva Pio XII “Nulla è perduto con la Pace. Tutto può essere perduto con la Guerra”. Ed ancora Giovanni XXIII: “La Pace è un bene supremo, dimenticarlo è una vera follia”.
Troppi i focolai di conflitti nel mondo, troppo il disagio e le disuguaglianze di intere popolazioni che vivono la paura, gli stenti e la malattia come parte integrante della loro quotidianità.
L’impegno a favore della Pace, non è soltanto un tema religioso, ma anche laico. E’ proprio in terra che gli sforzi della società civile e degli Stati devono declinarsi nell’equilibrare quella bilancia, che dinanzi a Dio sarà perfettamente livellata, ma che purtroppo è asimmetrica nel mondo degli uomini.
I bambini della scuola dell’infanzia e della primaria, sotto la guida paziente delle infaticabili insegnanti, hanno portato in scena recite, anche in lingua inglese e francese, volendo simbolicamente diffondere il messaggio di amore e armonia a tutto il mondo.
E infine, con la guida di una ex alunna e oggi docente, la Maestra Brenda Piscopo, il messaggio è sublimato nel linguaggio universale della musica, con a sorpresa una “Réunion” di ex alunni dell’Istituto che hanno intonato, in coro, dopo settimane di prove “We are the World”.
Scene di commozione quando sul palco sono saliti ex alunni, che oggi hanno figli che frequentano l’Istituto, testimoniando che nell’epoca internautica, gli abbracci, gli sguardi e le parole hanno ancora un significato profondo e intergenerazionale.
Ognuno, stasera, a diverso titolo era conscio di essere nella propria indimenticabile scuola, dove ha attinto un patrimonio valoriale difficilmente descrivibile a parole, ma tutto raccontato in quegli sguardi umidi di lacrime di nostalgia.
Non è mancata la lotteria, dove sono state distribuite, in premio, delle testimonianze della pazienza e dedizione, ingredienti essenziali dell’armonia che si è comunicata.
Tre lavori all’uncinetto di una consorella di novantatré anni, che dopo una vita spesa a servizio dell’Istituzione Religiosa, ancora oggi offre il meglio di sé senza risparmiarsi.
Arrivederci alla prossima festa di Natale, quindi, certi che l’Oasi Cristo Re ne saprà, ancora una volta cogliere e trasmettere l’essenza.

Condividi

Lascia un commento