Venerdì Santo a Caltanissetta: la devozione al Cristo Nero

0

Ieri sera le Vare hanno portato nel centro storico tanti nisseni pronti a vivere, ancora una volta, la processione che da decenni procede immutata nella sua maestosità. I 16 gruppi sacri, ciascuno accompagnato dalla propria banda musicale, hanno raccontato a modo proprio questo momento di “dolore”.

Un corteo iniziato puntuale e “interrotto” soltanto dai giochi d’artificio che hanno colorato la notte nissena alla Grazia e alla Badia.

Peccato che, dopo il passaggio dei gruppi sacri e svuotata la strada, sull’asfalto è rimasto un tappeto di rifiuti, bucce di “semenza” e cartacce, abbandonate dai cittadini. Un segno di inciviltà che contrasta con la sacralità del rito.

Riaccompagnate le vare nella sala espositiva di via Colajanni, adesso, lo sguardo e il fervore religioso oggi saranno rivolti al Cristo Nero.

Di tutti i riti sacri della Settimana Santa nissena, questo è quello che rimane impresso nel cuore dei cittadini, quello che trascina con maggiore pathos emotivo, quello che induce al silenzio e alla preghiera. Il simulacro, portato in processione dai Fogliamari nel giorno del lutto, fa rivivere con intensità tutta la Passione di Cristo.

Alle ore 19 la processione uscirà dal Santuario del SS. Crocifisso Signore della Città e seguirà il tradizionale percorso: via Signore della Città, viale Amedeo, via Roma, via Mauro Tuminelli, via Paolo Emiliani Giudici, corso Vittorio Emanuele II, via Re d’Italia, corso Umberto I, via Camillo Genovese, via Roma, viale Amedeo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here