Niscemi, assegno civico per famiglie e cittadini in disagio economico e sociale

0

Foto assessore Valentina SpinelloNISCEMI – L’Amministrazione comunale diretta dal sindaco Francesco La Rosa, tramite l’assessorato ai servizi sociali presieduto da Valentina Spinello (nella foto), ha disposto un Avviso pubblico per la selezione di beneficiari dell’assegno civico a sostegno di cittadini e famiglie che vivono in condizioni di disagio economico e sociale.

Il Piano di Zona 2013- 2015 del Distretto socio-sanitario n.9 costituito dai Comuni di Gela, Niscemi Butera e Mazzarino, prevede l’attivazione di un “Assegno civico in favore di cittadini e/o famiglie in disagio economico e sociale”, con l’obiettivo di sostenere temporaneamente, quei soggetti e/o famiglie che vivono in particolare stato di emarginazione e disagio economico.

E la Giunta comunale, sensibile ai fenomeni di disagio sociale, intende predisporre ed attuare interventi di assistenza economica in modo da facilitare l’inclusione e l’autonomia di cittadini e famiglie della città che sono sprovvisti di adeguati mezzi di sussistenza e che vivono in particolari condizioni di emarginazione e grave disagio socio-economico,  purché idonei allo svolgimento di attività di pubblica utilità.

E’ prevista l’attivazione di progetti individualizzati mirati alla promozione e valorizzazione della dignità della persona in difficoltà, per fare in modo che possa integrarsi socialmente con un impegno lavorativo a favore della collettività ed in collaborazione con il Comune, nei seguenti ambiti: servizi alla persona e attività di socializzazione;  pulizia e piccola manutenzione degli edifici comunali;  manutenzione del verde pubblico e del patrimonio comunale; supporto ai servizi scolastici, culturali e turistici e qualsiasi altro servizio che l’Amministrazione comunale riterrà opportuno avviare.

Sono 33 gli utenti in disagio economico e sociale da selezionare per l’assegno civico, ai quali verrà corrisposto un contributo economico mensile di 500 euro per l’attività socialmente utile prestata al Comune di Niscemi, ma a condizione che l’attività sia svolta con regolarità.

Per ogni nucleo familiare, solo un componente può presentare l’istanza per l’assegno civico.

Le spese relative all’assicurazione per la responsabilità civile e contro gli infortuni sul lavoro presso l’Inail saranno a carico del Comune.

Ogni assegno civico ha la durata massima di mesi tre per un massimo di 100 ore mensili.

I beneficiari saranno impegnati per 25 ore settimanali distribuite su cinque giorni lavorativi.

I cittadini selezionati presteranno la loro attività presso le Ripartizioni del Comune secondo le esigenze dell’Amministrazione.

Il rapporto di lavoro sarà regolato da apposito protocollo/disciplinare stipulato tra  il Comune e l’utente, nel quale verranno fissate le modalità ed i tempi di collaborazione.

Le istanze devono essere compilate su apposito modulo disponibile presso la Ripartizione servizi sociali del Comune – Ufficio del Segretariato sociale che è sito in via Gen. Carlo Albero Dalla Chiesa presso il Centro socio  culturale “Totò Liardo”.

Il Modulo è anche scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Niscemi www.comune.niscemi.cl.it.

Le istanze devono essere consegnate a mano entro il 30 giugno all’ufficio protocollo generale del Comune o inviate per mezzo posta raccomandata corredata della ricevuta di ritorno. Farà fede la data del timbro postale.