Salute

Baruffa in casa Nissa: sospeso il portiere Marco Ammendola

Redazione

Baruffa in casa Nissa: sospeso il portiere Marco Ammendola

Mar, 05/02/2013 - 13:08

Condividi su:

CALTANISSETTA – Le vicende di casa Nissa talvolta si spera siano inventate ed invece ogni volta la realtà è sempre più “incredibile”. E’ stato sospeso (questo il motivo della sua mancata partecipazione alla trasferta di Noto) venerdì scorso il portiere Marco Ammendola, che ha ricoperto il ruolo di capitano, uno degli alfieri della Nissa dei giovani nisseni. Il numero uno è stato oggetto di un provvedimento disciplinare a causa del violento alterco che sarebbe scoppiato negli spogliatoi con uno dei dirigenti. Secondo le indiscrezioni, non è stata fornita alcuna versione ufficiale dalla società biancoscudata che forse avrebbe preferito mantenere il riserbo sull’incresciosa vicenda, il numero uno avrebbe chiesto il motivo per il quale gli incassi delle recenti gare casalinghe non fossero stati interamente divisi fra i componenti della rosa, secondo le promesse fatte in precedenza.  Il fatto che questi soldi sarebbero serviti a far fronte ad altre spese, offre uno “spaccato”  sulla presunta veridicità delle affermazioni della dirigenza.  La discussione avrebbe assunto un tono estremamente acceso ed il dirigente, avrebbe avuto modi e frasi irrispettose nei confronti del ragazzo che, probabilmente, tradito dall’irruenza giovanile e dall’attaccamento alla maglia, dalle parole è passato ai “fatti”. Il dirigente in questione si sarebbe poi fatto curare al pronto soccorso.

Ogni commento sulla vicenda, è superfluo.