Movimento 5 stelle: “L’incapacità amministrativa genera sacrifici per i cittadini”

2
Giancarlo Cancellieri

CALTANISSETTA – “Siamo alle solite, ci stanno riprovando, a causa della loro incapacità amministrativa vengono chiesti nuovamente sacrifici ai cittadini”. Così commenta Giancarlo Cancelleri, portavoce del MoVimento 5 Stelle di Caltanissetta, la richiesta del sindaco Campisi al consiglio comunale di aumentare la Tarsu del 20% per il 2011.

“Abbiamo fatto veramente di tutto per far capire all’amministrazione e alla politica cittadina in genere che ci sono innumerevoli soluzioni al problema, abbiamo portato la dott. Poli del centro riciclo di Vedelago, è stato molto importante ed interessante l’incontro avuto col sindaco, lo stesso aveva promesso di andare almeno a vedere l’impianto, cosa che non è mai successa, abbiamo cercato di mettere in contatto l’amministrazione con i tecnici di kalat-ambiente di Caltagirone, eccellenza siciliana per il trattamento dei rifiuti, affinchè si potesse stilare un piano dettagliato di organizzazione delle risorse esistenti, ma anche questo niente, abbiamo letteralmente messo le mani dentro i sacchetti della spazzatura dimostrando pubblicamente che in un sacchetto di 4,5 kg più della metà erano materiali riciclabili, invitando il sindaco a fare delle determine sindacali affinchè si riuscisse a diminuire i rifiuti da portare in discarica e si riuscisse ad aumentare la quota dei materiali differenziati, avremmo recuperato dei soldi. Oggi invece – continua Cancelleri – siamo di nuovo al punto di partenza, mancano soldi? Prendiamoli dai cittadini! Troppo semplice, fin troppo semplice. Lei è stato chiamato a fare il sindaco, cioè ad amministrare la città con delle idee, non aumentando le tasse, così è troppo facile fare il sindaco.”

“Non possiamo spendere soldi, ma abbiamo oltre 200 isole ecologiche in città (gruppi di cassonetti per la differenziata), è lì che dobbiamo puntare per vincere la battaglia, se aumentiamo la percentuale di differenziata non solo non ci sarà bisogno di aumentare del 20% la Tarsu, ma potremo riattivare altri servizi. Oramai però non crediamo più che sia una questione di buona o mala fede, si tratta sicuramente di incapacità organizzativa che non può essere più tollerata, il sindaco – conclude Cancelleri – dimostri di sapere cosa fa e rimetta il mandato, la città ha bisogno di idee per riemergere dal baratro in cui è stata sprofondata da anni di assoluta malapolitica di sinistra e di destra. Ci candidiamo a essere una valida alternativa alla gestione della città con le idee del buon senso e non con l’ideologia della vecchia politica. Che i cittadini si riprendano la città affinchè Caltanissetta possa diventare un luogo normale dove vivere e quindi migliore!”

Giancarlo Cancelleri

Portavoce MoVimento 5 Stelle beppegrillo.it

2 Commenti

  1. Caro Giancarlo,

    io ho fatto molto di più, scoprendo magagne e imbrogli inverosimili.
    abbiamo perso contributi a fondo perduto e non utilizzato quelli erogati dal conai.
    Credo sarebbe ora di ribellarci con il vecchio metodo della rivoluzione armata.
    E se te lo dice un moderato che sicuramente non è di sinistra (anche se non so più di che cosa sono in questo schifo generale) ci puoi credere.
    Almeno a livello personale (intendo imprenditoriale) quelle cose ti cui ti accenno sopra sono costate il posto a due miei collaboratori e il mancato lavoro ad almeno altri tre che avrebbero lavorato per 6 mesi a progetto. Se mi chiedi il motivo non so spiegartelo, tu la chiami incapacità Amministrativa, per me tutto questo ha un altro nome.
    Pazienza. Ma quanta ne dobbiamo avere pazienza?

  2. Caltanissetta luogo normale dove vivere . . . . . .
    e se fosse il nome di un movimento per la rinascita della città, trasversale e senza steccati . . . .

Comments are closed.