Salute

L’I. C. Martin Luther King di Caltanissetta terzo classificato al concorso “1nessuno100giga”

Redazione

L’I. C. Martin Luther King di Caltanissetta terzo classificato al concorso “1nessuno100giga”

Mer, 15/05/2024 - 08:29

Condividi su:

Si è svolto giovedì 9 Maggio al Teatro Comunale Regina Margherita di Caltanisetta il Campus rivolto agli allievi delle scuole della provincia che hanno aderito al progetto per la prevenzione del Bullismo e cyber bullismo intitolato “1nessuno100giga”.

L’evento, finanziato dalla Regione Siciliana – Assessorato dell’istruzione e della formazione professionale, coordinato dall’USR Sicilia e gestito dalla Scuola Polo CTS I.C. “Lombardo Radice” di Caltanissetta, ha visto la presenza di tante scuole (dalla primaria alle superiori) che hanno aderito al progetto in tutte le componenti: docenti, alunni e genitori, nonché dei partner progettuali: Fondazione Carolina, Mabasta e Telefono Azzurro.

Per l’occasione, la classe 2^ E della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “M.L.King” di Caltanissetta, guidata dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Daniela Rizzotto ha ritirato il terzo premio con un cortometraggio intitolato: “ La Maschera”, frutto di un lavoro svolto durante lo svolgimento dei laboratori formativi previsti nel progetto, sotto la guida dell’ insegnante Cancemi Fabio. Cos’è una “maschera” se non un modo per nascondere il proprio volto agli altri?

  La fissità espressiva dei tratti e l’alterità dell’immagine che essa restituisce al mondo esterno diventano, nel presente elaborato digitale, la trasposizione di una necessità umana di difendere il proprio IO, di nasconderlo all’aggressività della società moderna. La “maschera” diventa, dunque, l’espressione dell’incapacità di relazionarsi con gli altri e, la scelta di utilizzarla, può assumere un  duplice significato: può essere una forma di autodifesa o un modo per attaccare l’altro.

Nel primo caso racchiude l’incapacità di gestire tutte le paure più nascoste, i traumi più profondi. Nel secondo, invece diventa emblema di violenza, prevaricazione sull’altro che svincolando l’individuo da principi morali ed etici lo porta ad agire senza freni inibitori.

L’artificio simbolico utilizzato nel cortometraggio parte dalla consapevolezza che, a prescindere dalle motivazioni che portano ad indossare la maschera, è fondamentale trovare sempre  la forza e il coraggio di esprimere la propria identità restando se stessi pur rispettando gli altri. La produzione del cortometraggio ha coinvolto l’intera classe che ha partecipato con modalità differenti alle varie fasi di realizzazione dell’elaborato: l’organizzazione del set, la lettura dello story-board, la gestione del timing delle sequenze.

Gli studenti hanno così acquisito nuove competenze e conoscenze legate all’utilizzo di tecniche differenti: videoripresa, stop-motion e hanno collaborato sempre con interesse ed entusiasmo alla realizzazione del prodotto finale. Venerdì 17 maggio, si realizza la conclusione del progetto “1nessuno100giga”.

Nella stessa giornata, mentre alcune classi del King incontreranno la Polizia Postale di Caltanissetta per affrontare il tema del cyberbullismo, altre classi parteciperanno all’evento ”Un fischio al bullismo”: attività musicali, artistiche e sportive (tornei di calcio, basket, e pallavolo) organizzato dalla scuola I.C. “Lombardo Radice, per  creare un’occasione di svago, ma anche di riflessione e di condivisione di un pensiero comune nella lotta contro il bullismo, dove i protagonisti principali sono gli alunni di ogni ordine e grado della provincia.

Si ringraziano gli insegnanti e gli alunni dell’Istituto Comprensivo “M.L.King” coinvolti nel progetto “1nessuno100giga” contribuendo nelle diverse fasi, alla sua realizzazione. La docente referente del bullismo e cyberbullismo Emma Lucrezia e il team per la prevenzione del bullismo e cyberbullismo (Bognanni Donatella, Carletta Anna, Falzone Patrizia, Fasulo Manuela Azzurra, Riggi Silvana, Schembri Rosaria).

Pubblicità Elettorale