Salute

Gb, lo sfogo della rifugiata ucraina: “Non sono una sfasciafamiglie, la colpa è della moglie”

tgcom24.mediaset.it

Gb, lo sfogo della rifugiata ucraina: “Non sono una sfasciafamiglie, la colpa è della moglie”

Lun, 23/05/2022 - 19:16

Condividi su:

“Mi scrivono che sono una persona orribile, ma io non sono una sfasciafamiglie, non ho mai pensato o progettato di portare via quell’uomo da sua moglie”. Sofiia Karkadym è in lacrime mentre racconta al Sun la sua versione del triangolo amoroso che da giorni occupa le pagine dei tabloid inglesi. Lei, rifugiata ucraina 22enne di Leopoli, si è innamorata dell’uomo che l’ha accolta in casa a Bradford. Lui, Tony Garnett, 29enne guardia giurata, ha mollato la moglie e i figli per rifarsi una vita con la ragazza.

“Non mi è mai passato per la testa di rovinare quella famiglia, mi piaceva – ha detto Sofiia -. Ho passato molto tempo con Lorna (la moglie di Tony, ndr) e ho cercato di aiutarla. Ma lei aveva due facce. I suoi continui sospetti, la tensione, hanno semplicemente spinto me e Tony più vicini. Ha creato questa situazione dicendo costantemente che stava succedendo qualcosa, ma non era così. La colpa è sua”.

La ragazza ha spiegato che la relazione tra moglie e marito era già in crisi prima del suo arrivo. “E’ stata una mia decisione di andarmene dalla loro casa e quando l’ho fatto Tony ha scelto di venire con me”. Quando la notizia è finita sui tabloid, Sofiia è stata travolta dalle critiche. Qualcuno ha detto che per colpa sua le famiglie inglesi ora non vorranno più ospitare i rifugiati e persino la sua famiglia l’ha rinnegata.

“Dicono che a causa mia nessuno nel Regno Unito accetterà gli ucraini. Ora ogni famiglia penserà: ‘Non posso accogliere una rifugiata perché mi porterà via mio marito’. La questione non riguarda più me, Tony e Lorna. Non potete capire cosa provo: ora mi scrivono che sono una persona orribile, che ho fatto una cosa negativa per il mio Paese. Ma non c’è nulla di vero”.