Salute

Pesca. Musumeci: «Basta attacchi ai nostri pescatori, Roma intervenga su Tripoli»

Redazione 1

Pesca. Musumeci: «Basta attacchi ai nostri pescatori, Roma intervenga su Tripoli»

Ven, 07/05/2021 - 07:09

Condividi su:

Pesca. Musumeci: «Basta attacchi ai nostri pescatori, Roma intervenga su Tripoli»

«Basta! Non ne possiamo più di queste azioni di violenza delle motovedette libiche contro i nostri motopescherecci. Non è tollerabile che i pescatori siciliani debbano andare a lavorare nelle acque internazionali con l’incubo di finire arrestati, sequestrati o persino mitragliati, senza colpa alcuna. Il governo italiano apra finalmente un confronto serio e risolutivo con Tripoli. Non vorrei pensare che per Roma la legittima tutela di interessi economici con la Libia debba fare dei pescatori siciliani una sorta di carne da macello”.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dopo l’attacco di ieri, al largo di Bengasi, di un motopeschereccio di Mazara del Vallo da parte di motovedette libiche, col ferimento del vicecomandante del natante siciliano.

“E’ assurdo che i pescatori siciliani debbano correre il rischio, persino, di perdere la vita andando nel Mare Mediterraneo per portare un pezzo di pane a casa.  È assurdo che il governo italiano non abbia ancora avvertito la necessità di chiudere questa partita con il governo libico, una partita aperta da oltre cinquant’anni. È assurdo che si debba continuare a penalizzare un’economia, nel Sud Italia, sul banco di interessi molto più grandi, spesso inconfessabili”.

Necrologi di Caltanissetta