Salute

Caltanissetta, servizio civile: ci sarà posto per 4 esclusi

Lino Lacagnina - La Sicilia

Caltanissetta, servizio civile: ci sarà posto per 4 esclusi

Mer, 26/02/2020 - 10:10

Condividi su:

Caltanissetta, servizio civile: ci sarà posto per 4 esclusi

Sono al momento 16 e non 20 i giovani che dal 20 febbraio sono impegnati nel servizio civile che il Comune di Caltanissetta ha preso in carico per dare attuazione al progetto “Ritorno al presente” rivolto alle persone anziane. Ieri c’è stata la presentazione “ufficiale” dei giovani: sono 16 e non 20 perché quattro ragazze hanno rinunciato visto che nel frattempo hanno trovato occupazione.

Come ha spiegato il dirigente delle Politiche sociali comunali, Giuseppe Intilla, le defezioni saranno colmate immediatamente scorrendo la graduatoria che gli uffici comunali avevano già stilato sotto il coordinamento della responsabile del progetto Giusy Licata Caruso. Alla presenza del sindaco Roberto Gambino e dell’assessore Cettina Andaloro, è stato spiegato che verranno sottoscritti accordi di partenariato con le strutture presenti in città che si occupano di anziani. Il progetto che viene attuato tramite i giovani che svolgono il servizio civile per conto del Comune è alla terza edizione: nel primo anno è stato rivolto ai minori, lo scorso anno ai disabili, quest’anno agli anziani. Nelle prime due edizioni il servizio civile era “nazionale” e lo scorso anno fu consentita l’immissione di 12 ragazzi; quest’anno il progetto è dell’Unione Europea e per questo motivo il numero degli ammessi è stato aumentato a 20 unità.

Si tratta di giovani sino a 29 anni che, sotto il coordinamento della dott. Giusy Licata Caruso, presteranno la loro opera per dodici mesi percependo un compenso mensile di 439,50 euro. «Questa esperienza – è stato sottolineato ieri – arricchirà i giovani che partecipano al progetto, perché li metterà a contatto con una realtà che magari conoscono poco o addirittura sconoscono. Il servizio civile è un esempio di senso civico e di cittadinanza attiva. Ai ragazzi viene offerta la possibilità di dare un contributo concreto in maniera strutturata alla collettività che li circonda».

Ieri è stato pure rivolto lo sguardo al futuro, ovvero al servizio civile che verrà attuato a partire dal 20 febbraio del prossimo anno, dopo che i ragazzi ora inseriti nel progetto concluderanno la loro esperienza. Il dott. Intilla ha ricordato che il termine per la presentazione delle domande scade il 30 marzo e che nei mesi successivi si procederà alla selezione e alla definizione dei candidati da immettere in servizio

NECROLOGI