Caltanissetta. Mandato legale del sindaco per la costituzione di parte civile dell’ente comunale nella vicenda dei depuratori. ce parte civile nel procedimento

0

Saranno difese dall’avv. Daniela Sollima, legale del Comune di Caltanissetta, le ragioni dell’ente comunale in occasione dell’udienza preliminare in programma domani 17 luglio davanti al Gup, nell’ambito di un procedimento penale che vede alcuni funzionari ed ex vertici di Ato idrico e Caltaqua rispondere delle ipotesi di reato connesse al servizio di depurazione. Il Comune di Caltanissetta, individuato parte offesa dalla procura della Repubblica, chiederà la costituzione di parte civile come evidenziato dallo stesso sindaco Roberto Gambino (nella foto) nella propria determina. <Abbiamo assunto l’iniziativa anche con gli altri Comuni che si trovano nella stessa situazione affinché si possa condurre insieme questa strada, così com’è stato deciso nella riunione del 26 giugno scorso a Palazzo del Carmine – spiega il sindaco Gambino – La possibilità di essere parte civile al processo consentirà di individuare l’eventuale danno nei confronti della collettività e di quantificarlo ma anche di fare maggiore chiarezza sul servizio di depurazione. La nostra battaglia per i rimborsi chiesti e ottenuti in favore dei cittadini per le utenze non servite ci dà la misura del problema>.