Donne d’azione”: progetto FIR-Loto, prevenzione del tumore ovarico. Caltanissetta, giovedì 11 aprile: ospiti, Erika Morri ed il dottor Stefano Vitello

0

Tutto pronto nella club house della Nissa Rugby, all’interno dello stadio “M. Tomaselli, per ospitare una delle quattro tappe siciliane del tour, dedicato alla prevenzione del tumore ovarico, “Donne d’azione”: il progetto è dedicato al cosiddetto “killer silenzioso” (per via dei sintomi non riconoscibili), un tour promosso dalla Federugby e da Loto Onlus (sponsor etico della Nazionale femminile); l’appuntamento è per giovedì 11 aprile, alle ore 18.

Ospiti Erika Morri ed il dottor Stefano Vitello del reparto di Oncologia dell’Ospedale Sant’Elia di Caltanissetta.

Erika Morri, consigliere nazionale FIR ed Ambassador Loto, bandiera del rugby femminile italiano; carriera ultraventennale con le maglie di Bologna, Riviera del Brenta, Piacenza e Padova, ha conquistato uno scudetto indossando inoltre in 17 occasioni la maglia azzurra con cui ha giocato 2 campionati mondiali e ben 7 europei.

Su questo importante appuntamento, aperto a tutte le donne, Erika Morri ha sottolineato: “Il Connubio tra la Federazione Italiana Rugby e LOTO nasce dall’elemento in comune della “Lotta”.  “Lotta” in campo come attitudine e approccio alla partita, “lotta” fuori campo come approccio ad una malattia che ha un’altissima percentuale di morti a tutt’oggi.  E così la Nazionale femminile non ha uno sponsor di maglia ma uno sponsor etico che paga “in informazione” e non in denari.  Ed io ne sono l’Ambassador”. Il Tour “DONNE D’AZIONE” che già da 3 anni si muove nelle società che hanno una squadra di serie A femminile e nelle città in cui giocano le Azzurre durante il 6 Nazioni, Ha come obiettivo creare momenti di informazione sulla prevenzione del tumore ovarico, tra il mondo rugby e gli oncologi/ginecologi del territorio; in questi incontri l’atmosfera è informale e dopo una prima informazione, la maggior parte del tempo è dedicato alle domande delle donne presenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here