L’avviso ai naviganti di Alessandro Pagano:”Se vincono Bersani, Vendola e Monti matrimoni e adozioni gay legalizzate”

31

CALTANISSETTA – Il prossimo 29 gennaio il Parlamento francese discuterà una legge che, se approvata, provocherà danni irreparabili all’intero tessuto sociale transalpino.

Tale legge, sostenuta e promossa dal presidente François Hollande, si propone, infatti, di estendere l’istituto del matrimonio alle coppie gay, consentendone, inoltre, l’adozione.

Contro la proposta di legge di Hollande, domenica 13 gennaio quasi un milione di francesi è sceso in piazza per manifestare il proprio dissenso. Numeri imponenti che dimostrano come  il presidente francese, pur detenendo la maggioranza parlamentare, non ha dalla sua parte la maggioranza del Paese.

Le conseguenze negative, a livello psichico e relazionale, che un bambino potrebbe subire crescendo in un contesto familiare omosessuale sono ampiamente documentate da autorevoli studi scientifici. Tuttavia, l’allarme lanciato dagli studiosi sulla pericolosità di una simile “riforma” del diritto di famiglia non investe solamente tale, importantissimo, aspetto, ma riguarda la società nel suo complesso.

Indebolire la famiglia “tradizionale”, privilegiando altre forme di unione affettiva intrinsecamente e obiettivamente inadatte ad allevare ed educare in modo sano ed equilibrato un bambino, significa erodere dalle fondamenta la nostra società e condurla ad un lento e inesorabile declino.

In Francia, tristemente preceduta in questa forma di autolesionismo dalla Spagna socialista di Zapatero, il governo non si sta affatto rendendo conto che assecondando i bisogni egoistici di una parte minoritaria della società francese, sebbene economicamente influente e politicamente bene organizzata, finirà per nuocere all’intera nazione.

Non è un caso che il “ceppo” politico alla quale appartengono i due governi disposti a sacrificare la famiglia e i principi non negoziabili sull’altare di precisi interessi lobbistici sia quella socialista, della quale fa parte anche il segretario del Pd Pierluigi Bersani, iscritto al Partito Socialista Europeo (PSE).

In Italia, mai come adesso, la famiglia “tradizionale” è a rischio marginalizzazione e i principi non negoziabili della sacralità della vita, del matrimonio tra un uomo e una donna e della libertà di educazione, sono sistematicamente calpestati e vilipesi.

Se la coalizione di centrosinistra, infatti, dovesse uscire vittoriosa dalle prossime consultazioni elettorali, sarà questa la tragica realtà che ci attende.

Gli elementi perché questo accada ci sono tutti: in primo luogo, l’alleanza del Pd con i post comunisti di Nichi Vendola, le cui posizioni sui principi non negoziabili sono ben note e che il 13 gennaio scorso, nel corso di un’intervista a Sky tg24, ha ribadito l’intenzione di proporre “una legge che consenta l’adozione alle coppie gay, una legge per il riconoscimento dei matrimoni omosessuali”.

Alessio De Giorgi
Diversamente dal passato, in cui il quadro politico italiano ed europeo era assai meno favorevole, le “aspirazioni” di Nichi Vendola hanno un’elevata possibilità di essere “esaudite”: da un lato perché Bersani sarà indotto a seguire le orme del “compagno” Hollande, di cui ha sostenuto la candidatura alla presidenza della Repubblica e con il quale, insieme al leader socialista tedesco Sigmar Gabriel, ha lanciato il manifesto dell’Europa progressista; dall’altro perché anche la coalizione guidata da Monti, con cui il Pd siglerà un’alleanza post elettorale, ha espresso la propria vicinanza alle posizioni di Vendola candidando nelle proprie liste il “discusso” direttore di Gay.it Alessio De Giorgi, salvo poi ricorrere in extremis al ritiro della candidatura per la presenza di foto altamente scandalose circolanti sul web (documentate dal quotidiano Libero su www.liberoquotidiano.it).

Nello scenario che si sta determinando, il solo partito che non intende abdicare al proprio ruolo di difensore e promotore dei principi non negoziabili e della famiglia “tradizionale” è proprio il Pdl, nonostante gli avversari stiano tentando in tutti i modi di far passare un messaggio opposto.

Ma i fatti parlano da soli! A noi tocca dare un “avviso ai naviganti”: votando per Bersani, Vendola e Monti si conferirà un mandato alla legalizzazione dei matrimoni gay e alla conseguente possibilità di adottare.
Alessandro Pagano

31 Commenti

  1. Ho riflettuto molto se commentare questo farneticante articolo del prof. Pagano ma visti l’enorme successo e il numero di lettori di questo sito che hanno voluto fare il loro commento all’ennesima c…..a do anch’io il mio contributo alla questione.
    Il prof. Pagano è candidato in un partito il cui leader, e tanti dei sui scagnozzi, sono l’antitesi della famiglia: sposato 2 volte, per altrettante volte separato ( nemmeno i soldi sono bastati a trattenere le mogli… ), scandalosamente fotografato con ogni sorta di donna di dubbia moralità e ultimamente accoppiato con una che ha 1/3 dei sui anni.
    Questo si che sarebbe un bel modello di famiglia se dall’unione nascesse un figlio: avrebbe il padre e il nonno in un colpo solo…
    Comunque detto questo, l’argomento scelto dal prof. Pagano è talmente di bassa e banale levatura che rimarca ancora una volta la pochezza della persona nonché delle sue argomentazioni.
    Alla ricerca disperatamente di voti di vari integralisti della famiglia “tradizionale”, pur di continuare a mantenere il proprio fondoschiena incollato al seggio parlamentare, poverino, non si rende conto che la gente della società reale, è molto più avanti della sua mente che continua ad riempire la sua sterile campagna elettorale con soggetti vecchi di almeno 20 anni.
    Il mio PROFESSORE di italiano, persona saggia e colta, diceva sempre che certe leggi vengono emesse quando il popolo le ha già fatte proprie da diverso tempo…I politici arrivano, sicuramente per i propri interessi, sempre dopo…ma lei prof. Pagano è fermo ancora a guelfi e ghibellini, sempre che ne conosca differenza…
    E poi da quando “i fatti parlano da soli”; parlano??? una sana ripetizione di semplice lessico grammaticale sarebbe richiesta prima di avventurarsi in articoli pseudo-giornalistici.
    Avvolte il silenzio è d’oro…ma questa volta proprio non ce l’ho fatta!

  2. Sono sempre e comunque opinioni. Io non la penso così e non credo che il valore della famiglia omosessuale o eterosessuale possa semplicemente determinarsi ad un mero voto elettorale. Credo che l’argomento abbia bisogno di riflessioni etiche, laiche e religiose, più costruttive che richiedono ben altri spunti di riflessioni che sono sicuro l’on. Pagano potrà definire con logiche non di opportunismo ma di vera opportunità.

  3. PAGANO E’ IL MIGLIORE POLITICO CHE ABBIAMO MAI AVUTO! FIDATEVI DI LUI E TUTTO ANDRA’ BENE… g.osannato

  4. Ottimo! Aggiungerei:
    con Bersani presidente del consiglio
    fame miseria e carestia
    arriveranno in un batter di ciglio.

  5. Ma si rende conto che sarà rieletto soltanto grazie a una legge elettorale definita porlellum? Lei non rappresenta più a mio avviso i cittadini di questa nostra comunità!

  6. pagano sei patetico ! in un momento cosi delicato per questa terra martoriata Lei tira fuori argomenti ormai superati pur di raccattare qualche voto dei “tradizionalisti” !
    gli argomenti su cui fare proposte sono altri! qui la gente CREPA di fame …e di gay o trans non gliene frega niente a nessuno …se non forse a qualche prete anziano!
    saluti !

  7. On. Pagano, se vince il suo Berlusconi, depenalizzerà altri reati…?….La società è laica e pertanto anche la famiglia omosessuale va protetta, d’altronde da costo le tasse lo Stato le pretende. Sa che taluni fanno anche opere meritorie differenti da quelle di tanti corrotti della sua parte politica.
    Saluti

  8. Dopo il discorso di Barack Obama al suo giuramento…..
    Avviso ad un VECCHIO e DISPERATO politicante ” Continua cosi…OTTIMO tempismo”.

  9. Una cosa è bello segnalare: almeno a giudicare da chi scrive commenti a quest’articolo i nisseni, o almeno i lettori del FattoNisseno, sono molto più aperti e solidali di quanto si possa pensare. A leggere i commenti si fa davvero un bel sospiro di sollievo. Progrediamo, a dispetto della classe dirigente.
    Ha scritto bene Deluso: il Presidente USA fa della tutella alle minoranze gay\lesbo il cavallo di battaglia del suo discorso d’insediamento visto in mondovisione e piccoli politicantucci di quartiere si ostinano ancora ad usare argomenti da medioevo per perorare la propria causa. Argomenti che hanno sempre meno presa sull’opinione pubblica, per fortuna.
    Ricordiamoci che in Sicilia un ex sindaco dichiaratamente gay (in una piazza non certo facile) è adesso governatore della Regione. In Puglia è avvenuta la stessa cosa. Forse il meridione d’Italia è meno arcaico di quello che si vuol far credere, capito dott. Pagano?

    • No,non ha capito,quello pensa solo al seggio in Parlamento e gay e lesbiche facciano quello che vogliono !

  10. in un momento cosi delicato, dove la gente non arriva più al 15 di ogni mese, dove la gente si suicida per non avere un lavoro, dove i ragazzi si disperano per trovare un lavoro…..qui si pensa ai matrimoni e alle adozioni Gay. Credo che gli argomenti dovrebbero essere altri.

  11. Proprio nel giorno in cui Mr.Obama,Presidente degli Stati Uniti d’America,apre alla necessità di garantire eguali diritti agli omosessuali,pronunciando queste parole “la più evidente delle verità, il fatto che tutti noi siamo creati uguali, che deve ancora essere la nostra guida”,” Il “viaggio”, ha proseguito Obama, “non sarà completato fino a quando i nostri fratelli e sorelle gay non verranno trattati come tutti gli altri davanti alla legge”. “Se siamo davvero creati uguali – ha aggiunto – allora anche l’amore che noi promettiamo ad un’altra persona deve essere uguale”,un piccolo sancataldese esce con un comunicato becero e pieno di retorica ignorante.
    Grazie per continuare a portare indietro il nostro paese.Per fortuna c’è chi rema nel verso opposto,e lei,ormai,ha ben poca forza.

  12. Grazie Alessandro Pagano,
    fino a qualche minuto fa dubitavo che l’Italia potesse fare una mossa cosi moderna e proiettata verso il futuro, ma se lo dice pure lo schieramento opposto allora è vero… io li voto allora!!! grazie Alessandro, magari è la buona occasione per mandarti a casa… GIURO che mi hai convinto adesso tu…

  13. Invece avallare, per l’ennesima volta, la candidatura di Mister B. sarebbe invece la piena affermazione del ruolo di “difensori e promotori dei principi non negoziabili e della famiglia tradizionale!!!!!:
    Un over 70enne, separato (con buona pace dei paladini della famiglia tradizionale), che si accompagna ufficialmente ad una che ha 50 anni meno di lui, che, interceetazioni alla mano, si contornava di giovani pulzelle desiderose di farsi pagare migliaia di euro per sollazzare il vecchio re, iper indagato, condannato in primo grado per evasione fiscale, sotto processo per sfruttamento della prostituzione e per rapporti “anomali” con una minorenne, che, sotto processo per falso in bilancio, una volta al governo depenalizza il reato di falso in bilancio…. e potrei continuare all’infinito, sarebbe la figura più adatta per traghettare il nostro Paese nella terza Repubblica.
    Il direttore di Gay.it si è forse visto sbattuto in prima pagina per foto private rese pubbliche, invece B., che le intercettazioni inchiodano apertamente, sarebbe un esempio da seguire…..

    PAGANO, MA CREDI DI VIVERE NEL PAESE DEI BALOCCHI?? PRIMA O POI LA PACCHIA FINIRA’!!!!

  14. nn commento! potrei essere troppo offensivo!!! …mi chiedo…dott. pagano ma lei alle prossime elezioni è candidato?? se è candidato, DOVE??? sicuramente nn in sicilia il PDL con LEI candidato prenderebbe 4 voti!!!

  15. Non sanno più cosa dire, per paura della figuraccia che faranno alle elezioni…..bigotto e ipocrita!!!

  16. …votando per Bersani, Vendola e Monti si conferirà un mandato alla legalizzazione dei matrimoni gay e alla conseguente possibilità di adottare…
    MA DAVVERO? WOW!!! SAREBBE ORA. GRAZIE PAGANO PER AVERMELO FATTO NOTARE. LI VOTO SENZ’ALTRO!!!

  17. Eh caro poldo non so se hai figli ma ti assicuro meglio berlusconi che con i propri soldi ha fatto quello che un po tutti fate voi uomini come si dici mummu a’ statu e munnu e’.Ma cosa vogliamo dire ai bambini due papa’ o due mamme!! Mano nella mano….Attenzione miei cari badate bene

    • I MILLE CASI DI VIOLENZA IN FAMIGLIA, CHE TI RISULTI MIA CARA MI, PROVENGONO TUTTI DA FAMIGLIE CON DUE PADRI O DUE MADRI? LA FAMIGLIA “TRADIZIONALE” MIA CARA MI E’ GARANZIA DI VITA SERENA E LONTANA DA STRESS E VIOLENZE PER I BAMBINI? NOI BADIAMO BENE MA PRIMA DI RIPETERE A MACCHINETTA GLI SLOGAN DEI CARI CONSERVATORI BADA E RIFLETTI BENE ANCHE TU: IL MONDO E’ DECISAMENTE PIU’ COMPLESSO E VARIEGATO DI QUELLO CHE SI VUOLE FAR CREDERE.
      I MILLE CASI DI FEMMINICIDIO DEGLI ULTIMI TEMPI DA CHI SONO COMMESSI? DA COMPAGNI\MARITI ALL’INTERNO DI UNA COPPIA ETERO… SOLO IL FATTO DI NON APPARTENERE ALLO STESSO SESSO NON FORNISCE LA PATENTE DI “COMPONENTI DELLA FAMIGLIA PERFETTA”.
      MEGLIO DUE PAPA’ O DUE MAMME CHE SI TENGONO PER MANO, SE BRAVE PERSONE, CHE UN PAPA’ E UNA MAMMA CHE TRA VIOLENZE E STRESS SEPPELLISCONO I FIGLI SOTTO IL PESO DI RESPONSABILITA’ NON LORO; MA PUO’ ESSERE VERO ANCHE IL CONTRARIO, NATURALMENTE.
      LE PERSONE, PUR SE GAY\LESBO, POSSONO ESSERE CAPACI, INTELLIGENTI E IN GRADO DI DARE AMORE QUANTO GLI ETERO.
      A SCANSO DI EQUIVOCI NON PARLO PERCHE’ DI PARTE: SONO ETERO E CONTENTO DI ESSERLO..

  18. FAMIGLIA TRADIZIONALE ALLA BERLUSCONI? .. 2 MOGLI, TANTI FIGLI, TANTE AMANTI, PROSTITUTE, FRODI FISCALI, LEGGI AD PERSONAM, COMPRAVENDITA DI PARLAMENTARI, ECC.. INSOMMA IL PERFETTO BUON PADRE DI FAMIGLIA ONESTO E LAVORATORE TUTTO CASA CHIESA E CASINI, RELAZIONI CON RAGAZZINE DI 50 ANNI + GIOVANI DI LUI… IL CANDIDATO PERFETTO CHE RAPPRESENTA LA FAMIGLIA TRADIZIONALE.

  19. Probabilmente alla legalizzazione dei matrimoni gay si arriverà in ogni caso, qualunque sia la coalizione che andrà al governo del Paese. E’ una tendenza ormai inarrestabile nel mondo occidentale, con la quale dobbiamo fare i conti, ed è solo una questione di tempo e vedremo coppie di gay uscire mano nella mano dai Comuni, accolti da invitati festanti che lanciano riso.
    Sarà qualcosa di traumatico dalle nostre parti, per chi è stato educato cristianamente ed è cresciuto in un contesto composto da famiglie tradizionali, formate da marito, moglie e figli.
    Ci arriveremo, ma mi auguro che non arriveremo mai all’adozione di bambini da parte di coppie composte da elementi dello stesso sesso. Temo che l’equilibrio psicologico di bambini che crescono in tali famiglie possa essere disturbato dal confronto con le altre cosiddette normali, con conseguenze imprevedibili nel loro comportamento.
    Un matrimonio è un affare privato, che coinvolge due persone che scelgono di sposarsi, ma l’adozione di un bambino coinvolgerebbe un “innocente”, e chi non può decidere della propria vita ha tutto il diritto di crescere in un contesto “normale”.

  20. Proprio se le cerca il signor Pagano!!! In un momento di grave difficoltà per le famiglie solleva lo spauracchio dei matrimoni gay… come se fossimo ancora nel Medioevo, tempi di streghe e Sante inquisizioni, quando il popolo, i poveri, venivano tacitati con argomenti impossibili.
    Non abbiamo più bisogno di lei, signor Pagano. Si accomodi fuori prego…

  21. Fare una campagna contro i matrimoni gay, a favore della famiglia “tradizionale”, per coloro che di famiglie ne hanno due o tre, e fin troppo facile, premettendo che sono anch’io favorevole alla famiglia composta da un uomo e un donna, penso che taluni personaggi, piuttosto che di mere questioni di lana caprina, per il rilancio del territorio in cui vivono e che rappresentano, dovrebbero parlare di ben altro.
    Mi rendo conto, comunque, delle difficoltà da questi incontrte, dal momento in cui dopo due legislature nazionali, qualche assessorato regionale, una continua e perenne presenza in consiglio comunale, l’unica cosa per la quale il signor pagano viene ricordato, con risonanza a carattere nazionale, e il fatto di essere uno dei firmatari di un ddl salva Berlusconi.

Comments are closed.