Salute

Caltanissetta, diatriba tra maggioranza ed opposizione sul bilancio. M5s: “Minoranza, attacchi strumentali e ritardi ingiustificati”

Redazione

Caltanissetta, diatriba tra maggioranza ed opposizione sul bilancio. M5s: “Minoranza, attacchi strumentali e ritardi ingiustificati”

Ven, 01/07/2022 - 19:47

Condividi su:

CALTANISSETTA – Si accende ulteriormente il dibattito politico in seno al consiglio comunale sul bilancio. Un balletto di rinvii con scambi di accuse tra maggioranza ed opposizione. Michele D’Oro, a nome del gruppo consiliare M5s, con questa nota stampa offre una lettura degli eventi secondo la visione dei pentastellati.

“ Dopo la seduta di ieri 30 giugno durante la quale noi consiglieri di maggioranza siamo stati costretti ad abbandonare i lavori, a causa delle continue imposizioni da parte dei consiglieri di opposizione, dettate dalla
superiorità numerica, è ripresa oggi la seduta di consiglio comunale, avente all’ordine del giorno la trattazione e l’approvazione del Conto Consuntivo 2021 e del Bilancio Previsionale 2022-2024.

Teniamo a precisare che l’uscita dall’aula da parte della maggioranza, durante la seduta di ieri, non è stato un atto politico contro il nostro Sindaco, ma un tentativo di difesa dei due documenti contabili da attacchi strumentali e ritardi ingiustificati.
All’inizio della seduta odierna, l’opposizione ha posto una pregiudiziale, chiedendo il rinvio di entrambi i punti al 13 luglio, assumendosi la responsabilità di lasciare la città senza il bilancio consuntivo ancora per
due settimane.

C’è da chiedersi come mai non abbiano preparato i loro emendamenti nei tempi concessi dal regolamento comunale di contabilità, (cioè almeno sette giorni prima della data fissata per l’approvazione del bilancio), considerato che il documento contabile è stato messo a disposizione di ciascun consigliere già a far data dal 9 giugno.

Non sono bastati, quindi, oltre venti giorni perché raggiungessero una condivisione di intenti, almeno tra di loro, nell’interesse e per il bene dei cittadini, evitando questo dannoso ritardo provocato dallo slittamento dell’approvazione del rendiconto che, come ribadito nella seduta di
ieri dal Ragioniere Generale, impedirà all’amministrazione di procedere ad assunzioni, stipulare contratti con i fornitori, porre in essere qualunque altro atto amministrativo con impegno di spesa.

Se l’opposizione avesse chiesto solo il rinvio del bilancio previsionale, con la disponibilità ad approvare oggi il bilancio consuntivo, la proposta sarebbe stata considerata accettabile.
Detta immotivata proposta di rinvio generale, approvata nonostante il nostro voto contrario, e che, ripetiamo, determina la paralisi dell’attività amministrativa, fa il paio con la posizione assunta dai consiglieri di opposizione, nel corso del consiglio comunale di martedì 28 giugno,
quando compatti hanno votato contro l’approvazione della proposta n. 18/2022, che consentiva al nostro Ente di incassare il saldo relativo al Fondo Perequativo, pari ad oltre un milione di euro.

Fortunatamente, in quella occasione, con i soli voti del M5S, la proposta è stata approvata. Come è facile constatare, la tanto sbandierata volontà di collaborazione non è stata finora accompagnata dai fatti.

Il gruppo di maggioranza auspica di poter presto registrare un significativo cambio di rotta da parte dell’opposizione, la cui consolidata esperienza, se posta al servizio della comunità, potrebbe contribuire al conseguimento del bene comune.”