Salute

Detenzione domiciliare per due gelesi, uno per furto e l’altro per inosservanza alla sorveglianza speciale.

Redazione 1

Detenzione domiciliare per due gelesi, uno per furto e l’altro per inosservanza alla sorveglianza speciale.

Sab, 24/10/2020 - 15:02

Condividi su:

Detenzione domiciliare per due gelesi, uno per furto e l’altro per inosservanza alla sorveglianza speciale.

La Polizia di Stato ha eseguito a Gela due provvedimenti restrittivi della libertà personale nei confronti di due gelesi, uno per furto aggravato e l’altro per inosservanza alla sorveglianza speciale.

I poliziotti del Commissariato di pubblica sicurezza di Gela ieri hanno eseguito due provvedimenti restrittivi della libertà personale nei confronti di due gelesi. Il primo, nei confronti di Samuele Rinzivillo, di trentasette anni, in esecuzione all’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica di Gela, dovendo espiare la pena della reclusione a dieci mesi, poiché riconosciuto colpevole di furto aggravato, commesso a Gela nel febbraio del 2002.

Il secondo provvedimento, nei confronti di Marco Ferrigno, di quarantanove anni, in esecuzione all’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica di Caltanissetta, dovendo espiare la pena della reclusione a cinque mesi e dieci giorni, poiché riconosciuto colpevole d’inosservanza alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Entrambi i condannati, dopo la notifica dei provvedimenti sono stati condotti dagli agenti presso le rispettive abitazioni in regime di detenzione domiciliare.