TSRM-PSTRP Caltanissetta-Agrigento: ecco il nuovo consiglio direttivo

0

Il 30 dicembre si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio direttivo dell’ordine interprovinciale Caltanissetta – Agrigento dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (TSRM-PSTRP) che risulta così composto: Vincenzo Santoro presidente, Domenico Scarlata segretario, Filippo Crucillà tesoriere, Francesco Cascio vicepresidente, e 3 consiglieri Dario Bottone, Valerio Cammarata, Giovanni Vecchio.
La legge n.3 dell’11 gennaio 2018, oltre alla trasformazione in Ordini dei precedenti Collegi professionali (Infermieri professionali, Ostetriche e Tecnici di radiologia) prevede la costituzione degli albi professionali anche per le 17 professioni sanitarie che sinora ne erano prive, che entreranno a far parte dell’Ordine dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (Ordine TSRM-PSTRP).
I suddetti professionisti sanitari sono: Tecnico sanitario di laboratorio biomedico; Tecnico audiometrista; Tecnico audioprotesista; Tecnico ortopedico; Dietista; Tecnico di neurofisiopatologia; Tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare;
Igienista dentale; Fisioterapista; Logopedista; Podologo; Ortottista e assistente di oftalmologia; Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva; Tecnico della riabilitazione psichiatrica; Terapista occupazionale; Educatore professionale; Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.
L’obbligo di iscrizione ai nuovi albi è scattato dal 1 luglio 2018 e riguarderà circa 200.000 professionisti nel territorio nazionale, circa 1700 nelle province di Caltanissetta e Agrigento.

“In qualità di rappresentanti di un organo istituzionale sussidiario dello Stato ci faremo carico di tutte le istanze dei nuovi professionisti, non solo dei TSRM, e focalizzeremo impegno e determinazione alla lotta contro l’esercizio abusivo delle professioni sanitarie, segnalando ai NAS qualsiasi forma di violazione della norma e ponendo particolare attenzione alle procedura di iscrizione all’Ordine nella valutazione dei titoli abilitanti presentati dagli iscrivendi. Inoltre investiremo energie e risorse nella formazione e nell’aggiornamento di tutti i professionisti sanitari iscritti agli albi che oggi più che mai hanno il dovere di confrontarsi e misurarsi con i continui ed incessanti progressi della medicina cercando di rispondere al meglio, attraverso prevenzione, diagnosi e trattamenti terapeutici, ai bisogni di salute dei principali protagonisti del sistema sanitario: i cittadini”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here