Troppi sfratti: è emergenza case a Caltanissetta

6

imageCALTANISSETTA – Emergenza casa. Il sindaco Giovanni Ruvolo e l’assessore al Bilancio Boris Pastorello hanno avviato un censimento degli alloggi di proprietà del comune per fronteggiare la richiesta di un tetto da parte di molti cittadini, singoli e nuclei familiari, che non riescono a fare fronte alle spese derivanti dagli affitti: alcuni famiglie sono state sfrattate, altri sono sul punto di esserlo ed a questi si aggiunge una pletore di famiglie che vivono in abitazioni fatiscenti del centro storico. Il primo cittadino ha incontrato alcune famiglie che necessitano di una abitazione. «Con l’assessore Pastorello – dice il primo cittadino – stiamo provvedendo ad un censimento degli immobili disponibili (alcuni di proprietà del comune ed altri dell’Istituto autonomo case popolari) perché nella nostra città esistono situazioni davvero emergenziali». Al lavoro dunque per reperire alloggi che per la verità dovrebbero essercene pochi. Molte case che erano disponibilità di proprietà dell’Iacp sono state occupate abusivamente. Qualche anno addietro gli uffici della Solidarietà Sociale di Palazzo del Carmine, su determinazione dell’ex sindaco Michele Campisi avevano avviato un monitoraggio e la verifica delle singole famiglie che pur non avendo titolo occupano gli appartamenti. Alcuni alloggi sono attualmente abitati da vecchi assegnatari, decaduti dal titolo di possesso, e molti nuclei familiari si sono insediati abusivamente. La verifica ha riguardato anche una terza categoria di nuclei familiari: quelli che hanno occupato gli alloggi abusivamente, ma che per lo condizioni economiche e sociali avrebbero titolo ad abitarli. Fino a qualche anno addietro erano oltre un centinaio. (Salvatore – Mingoia GdS.it)

6 Commenti

  1. Nel mese di Giugno molti giornali, ma anche in televisione, non avevano fatto altro che parlare di Caltanissetta come città più ricca, con i salari più alti d’italia, inoltre dicevano che lavorare a Caltanissetta renda più che trovare un’occupazione a Milano!!!
    Ma questa indagine era rivolta a chi???, se molti nisseni non hanno un lavoro, non riescono a fare la spesa, vengono sfrattati, non riescono a far fronte alle spese per potere pagare l’affitto di casa!!!
    Sicuramente l’indagine che hanno fatto per decretare Caltanissetta nell’olimpo delle città più ricche, era rivolta solo ai ricchi!!
    Invece di guardare loro, date un’occhiata alla maggior parte dei nisseni come sono ridotti!!!!

    • Quelal statistica (stupida) non diceva che cl aveva i salari piu alti, ma paragonara il livello dei salari con il costo della vita e altre cavolate…infatti se a cl guadagni 1200 euro (quei pochi!!) vivi meglio che a milano se ne prendi 2000…spero di essere stato chiaro

      • Ok sei stato chiaro, ma il problema è un altro, chi cazzo lavora? chi percepisce i salari, guarda la realtà dei fatti, Caltanissetta è una città con una altissima percentuale di disoccupati, in questo caso si parla anche di sfrattati,chi lavoro e percepisce come dici tu 1200 euro vivi meglio ok, ma vivi in una città di merda!!! Infatti coloro che lavoro, o meglio ancora i liberi professionisti, la città non la vivono completamente, non si pongono il problema che la città di Caltanissetta è nella merda fino al collo, con negozi che chiudono, giovani che emigrano!!! ora dimmi come vivi meglio con altri fattori che indicano che la città di Caltanissetta è all’ultimo posto nella classifica italiana!!!
        Sono stato chiaro??? tutto è un controsenso, vivi meglio e poi la gente si spara un colpo in testa….

        • Coldplay…infatti ho detto che era una statistica STUPIDA. Perchè se qua vivi meglio con 1200 rispetto alle 2000 di milano, devi mettere che qua trovare un lavoro di 1200 hai la possibilità dello 0,00001%. guarda che la penso come te un t’aggità. Ho solo spiegato cosa volevano dire quella volta, ma per me rimane una statistica del cavolo. Sta città è morta

          • E infatti quei pochi che qua lavorano e guadagnano bene li vedi fare la vita dei signori (basta farsi un giro nei bar della città) perchè con 1000 euro qua possono farlo…ma a loro che gliene frega di quelli che non lavorano come me…

  2. Visto che si trovano i soldi per l’0perazione mare nostrum, per portare questa marea di gente che a noi non serve…si trovassero i soldi per aiutare i nostri concittadini!
    Ma a Caltanissetta siamo abituati a vedere applausi per tutto ciò che danneggia questa città e critiche se si vuole costruire qualcosa…….siamo nella CACCA!!!

Comments are closed.