No a chiusura sportelli Ato idrico in provincia

1

CALTANISSETTA – Riunione questa mattina nei locali dell’Ato idrico a Caltanissetta, dove è stato convocato dal presidente dell’Ato Nando Maurelli un tavolo tecnico alla presenza dei sindaci di Niscemi, San Cataldo, Mazzarino e del direttore generale di Caltaqua José Gozo in merito alla paventata chiusura degli sportelli della stessa Caltaqua presso questi Comuni, a seguito delle segnalazioni della V Commissione provinciale. Presenti alla riunione anche i capigruppo alla Provincia Regionale Alfonso Cirrone Cipolla (PD), Gaetano Petralia (PID), Diego Dell’Uomini (PDL).

Nel documento diffuso dai componenti della V Commissione consiliare della Provincia Regionale a firma del consigliere Cirrone Cipolla si sottolinea che gli stessi consiglieri, “venuti a conoscenza che Caltaqua avrebbe deciso di chiudere questi sportelli in provincia” è stata chiesta “lunedì mattina all’ATO idrico, la  sospensione dell’atto di chiusura da parte di Caltaqua e un incontro urgente con i sindaci dei comuni interessati”. “Non permetteremo – dice Cirrone Cipolla – che i nostri concittadini debbano essere solo buoni a pagare, senza ricevere gli adeguati servizi o addirittura, come stiamo registrando in questi mesi, subendo continui disservizi. Sottolineato che “si stava meglio quando il servizio idrico era gestito dai comuni ed è l’opinione diffusa di chi si aspettava che la gestione privatizzata dell’acqua, bene primario, avrebbe dovuto apportare una maggiore efficienza nel servizio”.

1 COMMENTO

  1. si stava meglio quando il servizio idrico era gestito dai comuni ed è l’opinione diffusa di chi si aspettava che la gestione privatizzata dell’acqua, bene primario, avrebbe dovuto apportare una maggiore efficienza nel servizio”.

Comments are closed.